Home Calcio a 5 Bisignano, F. Polistena e Pol. Futura a valanga. Traforo, tre punti di misura

Bisignano, F. Polistena e Pol. Futura a valanga. Traforo, tre punti di misura

18 min. di lettura
0
0

Giocata la quattordicesima giornata nel campionato nazionale di serie B. Nel girone G, campionato a parte per il Bisignano, si rialza il Traforo. Brutto ko interno per il Paola; nel girone H, ancora a segno il F. Polistena, stravince la Futura. Cataforio sconfitto in Sicilia.

Bisignano 9/2/2019

MAGIC CRATI FUTSAL BISIGNANO-FUTURA MATERA 4-1
Marcatori: 8’30” Ferraro (B) 14’25” Scervino (B) 18’50” Scigliano (B) 15’20” st Grandinetti (M) 17’55” st Ferraro (B)
Magic Crati archivia anche la pratica Futura Matera. Risultato finale che rispecchia i pronostici della vigilia tra la Magic è la Futura Matera nella gara odierna disputata al PalaFerraro di COSENZA. Padroni di casa, pur non disputando una gara a grandi ritmi, sono riusciti ad avere alla meglio sugli ospiti ai quali va dato comunque il merito di essersi battuti dal primo all’ultimo minuto. La cronaca della gara, dopo diversi tentativi da parte del quintetto di mister Barbuto vede sbloccare il risultato grazie alla marcatura del solito AF9. Troppo flebile la reazione degli ospiti, che consente alla Magic di raddoppiare grazie alla rete di Scervino e continuare ad incrementare il vantaggio fino al parziale di 3-0 con Marco Scigliano. Nella ripresa padroni di casa appagati dal risultato lasciano spazio agli ospiti che concretizzano il gioco con il quinto uomo, realizzando la rete del 3-1. Sarà il bomber Ferraro a ristabilire nuovamente le distanze realizzando la sua ennesima doppietta personale. La gara ha visto anche l’apprezzabile esordio del neo acquisto Italo-brasiliano Everton Sartori. A fine gara squadra e società si sono ritrovati per il taglio della torta ed un brindisi augurale per festeggiare il compleanno del Presidente. (A.S. Bisignano)

L.S. TRAFORO-FUTSAL ALTAMURA 1-0
Marcatori: 14’30” st Cosentino (T)

F.C. PAOLA-OR.SA. ALIANO 2-6
Marcatori: Bonocore, Costa (P) 2 Davi, 2 Dipinto, Fagnano, Mercuro (A)

Esultanza F. Polistena

FUTSAL POLISTENA-MASCALUCIA 7-3
Marcatori: 5’ pt, 9’ pt, 14’cpt Diogo (FP) 16’ pt Scuderi (M) 4’ st Nicolosi (M) 6’ st Creaco (FP) 8’ st Aut: Riolo (FP) 9’ st Gallinica (FP) 14’ st De Cario (FP) 20’ st Nicolosi (M)
Il Futsal Polistena Calcio a 5 continua a vincere e contro il Mascalucia conquista la sesta vittoria consecutiva, agganciando il Cataforio al terzo posto nella classifica del girone “H” di Serie B. Un successo meritato, quello dei rossoverdi, arrivato al termine di una partita corretta da ambedue le parti e ben arbitrata dal duo composto da Abbas Masoumi Lari e Lucio Coviello, entrambi della sezione di Potenza, che si sono dimostrati all’altezza della situazione. L’incontro, valido per la quattordicesima giornata, si è concluso con l’affermazione del quintetto di mister Pino Molluso con il risultato di 7-3. La squadra di casa ha chiuso in avanti di due reti la prima frazione, grazie al tris messo a segno da Diogo e alla rete dei siciliani realizzata da Scuderi. Nella ripresa, il Mascalucia – che ha dimostrato di essere una buona squadra e di meritare la categoria – ha provato a farsi sotto portandosi a un solo gol di scarto con Nicolosi, ma il Futsal Polistena è rimasto compatto, chiudendo i conti grazie alle reti di Creaco, autogol Riolo, Gallinica e De Cario. Nei secondi finali del match, inutile la terza marcatura ospite di Nicolosi (sua doppietta personale) per il definitivo 7-3. Con questo risultato, il Futsal Polistena si porta a 27 punti, in compagnia del Cataforio, sconfitto dall’Arcobaleno Ispica. Nel prossimo turno, invece, Creaco e compagni saranno ospiti del Mabbonath terza forza del torneo. (A.S. F. Polistena)

Ispica-Cataforio

ARCOBALENO ISPICA-ASD CATAFORIO C5 RC 4-2
Marcatori: 10’14”pt Scopelliti (C), 8’11”st Mittelman (I), 9’25”st Di Benedetto (I), 18’01”st Ficili (I), 19’07”st Mittelman (I), 19’20”st Martino (C)
Sicilia amara per il Cataforio che subisce la sua terza sconfitta in campionato, la quarta stagionale, per mano dell’Arcobaleno Ispica. I reggini, orfani ancora di Atkinson e Cilione, passano a condurre con Scopelliti, dopo il palo colpito da Girilo e dopo il fendente di Durante di poco al lato. Rispondono i locali colpendo una traversa, giusto pochi istanti prima della rete del numero 5 di mister Praticò, a metà della prima frazione. Ospiti che raggiungono il bonus falli a 3′ dalla fine ed commetteranno anche il sesto fallo che manderà al tiro libero l’Arcobaleno con pallone che termina fuori. Il primo tempo di fatto si conclude su questo episodio con il Cataforio a recriminare per la mancanza dell’acuto vincente, dopo avere creato tanto e concesso praticamente nulla agli avversari. Nella ripresa Ispica è più propositivo in attacco e chiama in causa Parisi in almeno tre circostanze, su Ficili (per due volte) e su Corallo. In mezzo ci sono i tentativi di Andrea Labate e Scopelliti che non sortiscono gli effetti sperati, mentre Di Benedetto calcia fuori. A 7’30” sul cronometro è Martino a rendersi pericoloso, e poco dopo Mittelman pareggia con un tiro da lontano. Non trascorre neppure un minuto che gli isolani ribaltano il parziale, stavolta con Di Benedetto. Sul parziale di 2-1, Ispica commette il quinto fallo e Giriolo coglie il secondo “legno” del pomeriggio, a 6′ dal termine. Mister Praticò opta anche per il portiere di movimento ma anche questa mossa conferma che il pomeriggio bianconero è stregato. Ficili e Mittelman rimpinguano il parziale nello spazio di un minuto e solo per le statistiche il timbro di Martino per il 4-2 finale. In classifica il Cataforio perde terreno da Mabbonath e Melilli, vittoriose rispettivamente contro Akragas e Catania Librino, mentre alle spalle incalzano Regalbuto e Polistena ora distanti un punto. Ispica, al sesto posto, riduce da 10 a 7 punti la distanza dai reggini. A fine gara mister Praticò ha così commentato, dichiarandosi inoltre scontento dell’arbitraggio: “Abbiamo mantenuto il pallino del gioco sempre in nostro possesso, manovrando bene e creando tante occasioni da rete. Ci è mancata la lucidità per dare il colpo del KO già nel primo tempo ai nostri avversari che invece, restando in partita, hanno trovato nella ripresa ed in poco tempo, prima il pareggio e poi il vantaggio. Dobbiamo ancora una volta dire registrare un arbitraggio non all’altezza. Sull’1-0 per noi, non ci è stato assegnato un calcio di rigore solare per fallo su Martino; allo stesso Martino è stato invece sanzionato un fallo in attacco, su azione di contropiede, che ci stava portando a tu per tu con il portiere avversario. Ad Andrea Labate, con tanto di infortunio al naso, non è stato sanzionato un fallo in suo favore. Dobbiamo essere adesso bravi a non disunirci e pensare subito al prossimo impegno, con l’intento di rifarci di questa battuta d’arresto. Cercheremo di blindare il terzo posto, anche se non sarà facile visto che le inseguitrici si sono riavvicinate. Non è il caso di fare drammi; è una sconfitta che non sminuisce il nostro valore e non ci fa spostare tanto gli equilibri quanto gli obiettivi”. (Fabrizio Cantarella – Add. Stampa Asd Cataforio)

POLISPORTIVA FUTURA-REAL PARCO 10-3
POLISPORTIVA FUTURA: Morabito, Quattrone, Pannuti, Scappatura, Tripodi, Labate, Rotella, Modafferi, Aquilino, Mallimaci, Vergine, Amaddeo. Allenatore: Alfarano
REAL PARCO: Romano, Testagrossa, Campisi, Tuve, Allegra, Giannola, Mancoda, La Rosa, Raccampo
Marcatori: 7′ 51” pt Aquilino, 3′ 36” pt Tripodi , 2′ 46” pt Vergine, 18′ 02” st Rotella, 16’49’ st Rotella, 16′ 15” st Vergine, 14′ 56”st Modafferi, 14′ 26” st Modafferi, 13′ 17” st Scappatura, 11′ 48” st Allegra (RP), 9′ 13” Giannola (RP), 8′ 45” Allegra (RP), 6′ 19” Modafferi)
Arbitri: Raffaele Colucci di Frattamaggiore – Emilio Romano di Nola cronometrista: Demetrio Ferrara DI Locri
Espulsi: al 16′ 15′ st Tuve (RP), al 7’10” st Allegra (RP)
Angoli: 9-2

Selfie vittoria Futura

Intensità, concentrazione, cattiveria e concretezza. E’ una Futura che non sbaglia la prima “finale” in vista del rush finale della stagione. Era fondamentale battere il Real Parco, arrivata a Lazzaro in una posizione di classifica di tranquillità, era fondamentale verificare condizione e intesa dopo due settimane intensissime di lavoro e la squadra di Alfarano non ha deluso le attese. L’avvio vede il Real Parco proporsi in attacco con una certa pericolosità. La fase difensiva dei reggini, con un Labate in grande spolvero e con un attentissimo Amaddeo tra i pali, non sbaglia quasi nulla. Proprio l’esperto numero 7 della Futura punge in due occasioni il portiere ospite Raccampo, che non viene però impegnato. Sono le prove generali del vantaggio e in cinque minuti la Futura mette le cose in chiaro. A 7′ 51”, Aquilino sale in cattedra e con un colpo perfetto insacca alle spalle del portiere ospite. In un minuto prima Vergine poi Tripodi mettono il punto esclamativo, ma a salire in cattedra è un ispiratissimo Josè Rotella. Ad inizio ripresa, in campo è Rotella-show, con il pivot guaranì che irretisce gli avversari siciliani. Prima con il destro mette in porta la palla del 4-0, poi ruba palla ad un avversario al limite dell’area e con un sinistro potente batte Raccampo. A 16’45” c’è gloria ancora per Fabiano Vergine, che dimostra tutte le sue qualità con una ripartenza veloce e con un destro piazzato sul secondo palo, imparabile per l’estremo difensore di casa. Dopo un momento di tensione che porta al rosso per Tuve (le squadre avranno modo di chiarirsi a fine partita nel massimo fair play, complimenti ad entrambi i team e alle rispettive dirigenze), la Futura arrotonda ulteriormente sino al 9-0, con la doppietta di Antonino Modafferi e la marcatura di Scappatura. La gara è di fatto in archivio, il Real Parco prova il portiere di movimento e si riporta sotto con i tre gol messi a segno da Allegra (doppietta per lui) e Giannola. La terza rete di giornata di Modafferi, su servizio di Scappatura, serve solo a mettere il punto esclamativo su una vittoria cercata e voluta con tutte le proprie forze: il cammino verso la salvezza è iniziato alla grande. In classifica, la Futura sfrutta la sconfitta del Mascalucia e si porta al penultimo posto a quota 6: sabato prossimo sfida sul campo del fortissimo Futsal Regalbuto.  VITTORIA CON DEDICA – La società, la dirigenza tutta, lo staff tecnico e la squadra, dedicano la vittoria all’amico Franco Ferrara, che in settimana è stato colpito da un gravissimo lutto, e all’ex capitano Nino De Salvo, che è stato colpito dalla perdita della mamma. Tutta la Futura è vicina con tutto il cuore in questi momenti terribili. (A.S. Pol. Futura)

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

L’attaccante Marco Russo torna al Trebisacce

Marco Russo, classe ‘90, torna a vestire la maglia giallorossa. Il calciatore trebisaccese…