Home Beach Soccer Ecosistem Cz verso la tappa casalinga. Parla il presidente Procopio.

Ecosistem Cz verso la tappa casalinga. Parla il presidente Procopio.

6 min. di lettura
0
0

Alle parole pronunciate in precedenza dal direttore sportivo, Pino Procopio, fanno eco quelle del presidente, Giuseppe Procopio, giunte a poche ore dalla tappa casalinga, del “Santa Fè Beach”. Insomma, indipendentemente da omonimia e legame di parentela, i due pensano “alla stessa maniera”, esponendosi col carisma dei timonieri, che conducono la nave in porto, dopo aver attraversato mari burrascosi.
L’Ecosistem Catanzaro, dunque, ha il compito di continuare su questa falsariga, mettendo in campo lo stesso ardore e la stessa determinazione impiegati nella due giorni di partite al “Valenti” di Viareggio, in occasione della seconda tappa.
Scoramento ed entusiasmo: due sentimenti opposti che rischiano di influenzare la condizione mentale di ogni individuo (in questo caso, un collettivo) nel prendere una decisione oppure, nella fattispecie, nell’affrontare un torneo. In poche parole, è opportuno accantonare lo sconforto dopo una sconfitta, quanto è essenziale non cullarsi troppo dopo una vittoria: gli uomini di Aloi sono chiamati a mantenere i piedi ben saldi e proseguire a capo chino, senza fare calcoli. Dalla settima alla nona giornata, si deciderà il destino dei giallorossi. Giudice inappellabile, quel rettangolo delineato sulla spiaggia, sul quale Staffa e compagni hanno ripreso a versare sudore, con fatica, puntando ad un obiettivo che, fino a qualche settimana fa, sembrava utopia, ma in verità è perfettamente raggiungibile: la qualificazione per San Benedetto del Tronto. Queste, in sintesi, le considerazioni del presidente Procopio, tornato ad esprimersi dopo aver espugnato la Toscana. “Posso solo confermare quanto anticipato dal Direttore, circa il valore di questa squadra. Peccato che i primi punti in classifica, siano arrivati in ritardo”, osserva il numero 1 del sodalizio, il quale non manca di fornire la sua analisi squisitamente tecnica, da intenditore della disciplina: “Nel beach soccer, un campionato si decide negli scontri diretti, durante i quali ci si può giocare la qualificazione nel giro dei minuti! In verità, puntavamo a giocarcela con Terracina, Canalicchio e Napoli nelle prime giornate; evidentemente abbiamo sottovalutato il Barletta, sebbene ci siamo presentati al primo appuntamento del campionato con gravi defezioni e quando mancano anche solo due elementi tra i più validi, è come essere “mutilati”. La sfortuna ha fatto il resto”. Ripercorrendo le due tappe, Procopio si lascia andare anche ad alcuni ricorsi storici, rievocando situazioni del recente passato, che possono fungere da insegnamento per i ragazzi: “Qualche anno fa, andammo a Paestum reduci da tre vittorie consecutive (in particolare, avevamo battuto il Terracina e ci eravamo aggiudicati il derby contro l’altra squadra catanzarese). Eravamo convinti della qualificazione – proprio come il Napoli BS, domenica scorsa- e per questo avevamo l’entusiasmo a mille! Ebbene, il Canalicchio ci prese “a schiaffi”, dandoci una lezione, così com’è accaduto al Napoli, per mano nostra. Morale: la giusta condizione mentale è tutto, perché poi, nelle partite, a fare la differenza sono gli episodi, molto spesso”.

Il presidente, tuttavia, si professa fiducioso nei riguardi dei suoi ragazzi, rivolgendo elogi ed un ringraziamento, al di là di come andranno le cose. “Nelle situazioni difficili diamo il massimo e non posso che elogiare tutti per l’impegno e la dedizione profusa. Molti ragazzi hanno lasciato le famiglie e non è facile”, ammette Procopio, prima di fare un importante annuncio per il futuro: “Tra tutti, per me Ryan rappresenta una sorpresa. Oltre ad essere un giocatore di beach validissimo, è un professionista serio che ha saputo trasmettere la sua conoscenza e la sua professionalità al gruppo. Perciò ci sono tutti i presupposti che il ragazzo venga confermato per la prossima stagione. Da parte nostra c’è la volontà di trattenerlo, dipenderà da lui. Stessa cosa dicasi per il portiere Sesti, che ha dato sicurezza. La nostra intenzione, è costruire un futuro tutti insieme”.

UFFICIO STAMPA BS ECOSISTEM CATANZARO

Carica altri articoli
Load More By webmaster
Load More In Beach Soccer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Un dirigente di successo alla corte del Locri Futsal

Un uomo che nel futsal reggino e non solo gode di grande considerazione e che sposa con en…