Home Calcio Excursus sul calcio calabrese e sul suo Savelli con il presidente Alessandro Dell’Apa

Excursus sul calcio calabrese e sul suo Savelli con il presidente Alessandro Dell’Apa

15 min. di lettura
0
0
Alessandro Dell’Apa, presidente FCD Savelli

Lunga intervista al presidente della Fcd Savelli, Alessandro Dell’Apa. La squadra silana, partita in sordina e tra lo scetticismo generale, si sta rivelando una delle sorprese più belle del panorama dilettantistico, terza in classifica nel girone D del campionato terza categoria. Società di giovani, organizzazione e quasi tutti ragazzi locali, questi sono gli ingredienti principali di questa splendida realtà.
Oltre che del suo Savelli, chiederemo al personaggio in questione, esperto di calcio di provincia ed aspirante giornalista, le sue sensazioni sulla stagione in corso e un’analisi dettagliata dei campionati in corso dall’eccellenza alla terza categoria.

Ciao Alessandro, vista la tua collaborazione con Calabriadilettanti.it, ci daremo del tu.
Grazie per l’intervista e per lo spazio concesso a me ed al mio Savelli quotidianamente, sono contento che avete seguito il mio consiglio, ovvero di non focalizzarvi solo sui gironi catanzaresi, ma di ampliarvi, seguendo anche tutti i campionati calabresi.

Cosa ti ha spinto, dopo un biennio vincente a Verzino da direttore sportivo culminato con la conquista dei play off l’anno scorso, a gettarti in questa nuova sfida?
Sarò sempre grato all’ambiente Verzino, ai dirigenti, ai giocatori ed al mister, ma il poter fare qualcosa d’importante per il mio paese, è stato uno stimolo importante per farmi provare questa sfida.

Società di giovani con bellissime idee la tua, parlaci un pò di come siete riusciti a fare tutto ciò.
La nascita del Savelli e l’iscrizione al campionato è avvenuta grazie alla forte volontà di un gruppo di giovani, tra cui io stesso che, con caparbietà, siamo riusciti nel nostro intento.

All’inizio sembrava un’utopia ma, poi, con la passione e l’impegno quotidiano di tutti, è stato possibile.
Fondamentale per realizzare ciò anche il contributo degli sponsor, alcuni locali ed altri di paesi limitrofi, come anche quello dei privati cittadini e l’apporto del comune di Savelli che ha garantito ed ha già cominciato a farlo, il rimborso delle spese d’iscrizione.

La carica di presidente alla tua giovane età è una grande responsabilità, come la vivi?
Non la vedo come una responsabilità, anche perché sono sostenuto e coadiuvato in tutto e per tutto sia dagli altri dirigenti che si prodigano con me alla ricerca di iniziative per raccogliere fondi e nell’organizzazione di tutto, sia dai giocatori stessi, grandiosi ad occuparsi in prima persona nei lavori manuali al campo e nella ristrutturazione degli spogliatoi. Inoltre, le responsabilità mi affascinano e cerco sempre di fare il meglio per la mia squadra e per il mio paese.

Ti aspettavi già dal primo anno risultati del genere?
Sinceramente si, perché vedevo i miei giocatori impegnarsi quotidianamente negli allenamenti e dare l’anima in campo.

Oltre che in campo, state sorprendendo l’intera provincia per l’ospitalità e l’organizzazione, poi l’ingresso in campo coi bambini della scuola calcio è qualcosa di emozionante. Quali sono i segreti per preparare tutto questo?
Innanzitutto la cura dei dettagli, non bisogna lasciar niente al caso. L’organizzazione è alla base di tutto, se si parte da una buona società, i risultati vengono di conseguenza. L’ingresso in campo coi ragazzi della scuola calcio è qualcosa di straordinario, primo perché rende una partita di calcio un evento emozionante atteso tutta la settimana, poi perché così facendo coinvolgiamo tutto il paese e soprattutto i bambini, e l’aver a che fare con la loro spensieratezza, per me, è qualcosa di eccezionale.

Quale obiettivo ti poni per questa stagione?
Non mi pongo nessun obiettivo, spero solo che la mia squadra continui a lavorare così. L’impegno ed il sacrificio pagano sempre, poi naturalmente, a fine campionato tireremo le somme.

A Settembre hai partecipato al workshop di Sportitalia, in diretta tv nazionale, ci puoi raccontare qualcosa di quell’esperienza?
È stata la settimana più bella della mia vita. Ho potuto condividere giornate intere con aspiranti giornalisti come me ed ho avuto la possibilità di confrontare con loro le mie idee. Poi il massimo è senz’altro l’aver conosciuto personaggi come Criscitiello, Longari, Pedullà, Cilli, Milone, che non sono costruiti ma sono, a telecamere spente, gli stessi di come sono in tv. Sempre disponibili a dare consigli ed aiuti. Spero l’anno prossimo di poter ripetere questa esperienza.

Facci un’analisi del campionato di Eccellenza.
Il Locri, meritatamente, dopo aver vinto la coppa Calabria sta dominando il campionato. Credo che lo vincerà a mani basse. Dietro di lui, invece, c’è una bella lotta per i play off tra Siderno, Cotronei, Castrovillari, Acri e Gallico Catona. Saranno decisivi gli scontri diretti per stabilire le posizioni della griglia e chi di queste cinque squadre starà fuori. Per quanto riguarda il discorso salvezza, vedo la Luzzese ormai spacciata ed una bella lotta per le posizioni della griglia play out e per la salvezza diretta, con la Paolana del mio paesano mister Caligiuri, in grande ripresa. Sono pronto a scommettere vista la bravura del tecnico e la qualità dei giocatori a disposizione che si salverà.

Facci un’analisi del campionato di Promozione
Per quanto riguarda il girone A, la vittoria del campionato sarà un duello fino alla fine tra Olympic Rossanese e Corigliano, al momento a pari punti in classifica. Con i coriglianesi leggermente favoriti dopo il successo esterno per 2-0, nello scontro diretto dello scorso week-end, sia dal punto di vista morale ma anche qualitativo. Credo che i play off, visto il considerevole vantaggio di entrambe sulle altre, non si disputeranno. Solo Rossanese e Sambiase, sperando in un crollo di una delle due, possono evitare ciò. Per quanto riguarda il discorso retrocessione, lotta incerta tra le ultime sei. Infatti, tranne la Garabildana, che nei peggiori dei casi farà i play out, tutte a partire dalla quint’ultima Cassano, passando per San Fili, San Lucido e Belvedere, finendo allo Scommettendo Fronti, possono sia salvarsi, sia fare i play out o arrivare ultimi e scendere in prima. Tutto dipenderà dalle prossime giornate, inanellare una serie positiva di risultati o incappare in una negativa, risulterà decisivo.

Facci un’analisi del campionato di Prima categoria girone B
L’A.C. Morrone, vista la qualità della sua rosa, si sta avviando giustamente verso la vittoria. Per il secondo posto sfida a due tra Taverna e Real Roccabernarda. Quarte e quinte rispettivamente la Caccurese di Bonifiglio e lo Scandale, vedo la griglia play off già delineata, le ultime giornate serviranno a stabilire solo la posizione finale. Nelle parti basse vedo il Real Catanzaro ormai spacciato, il Cirò salvo direttamente ed una bella lotta per la griglia play out tra Stelle Azzurre, Kennedy, Pallagorio e Casali del Manco. Senza nulla togliere a quest’ultimi, visto la mia vicinanza e l’amicizia che mia lega alle prime tre società, avendole affrontate l’anno scorso col Verzino nel campionato di seconda categoria, spero in una loro retrocessione.

Facci un’analisi del campionato di Seconda Categoria girone C.
Campionato bellissimo con tanti capovolgimenti fino alla fine, con cinque squadre davanti in pochi punti (San Mauro, Marcellinara, Verzino, Cerva e Nuova Valle), con altre due che stanno risalendo la china e potrebbero dire la loro (Caraffa e Petilia). Vedo favorite Cerva e San Mauro, tuttavia questo girone ha già mostrato tante sorprese e per salire direttamente bisogna ottenere una serie di risultati utili consecutivi Occhio all’outsider Nuova Valle. Per quanto riguarda le retrovie, una tra Albi, Amaroni e Rocca di Neto sarà costretta a fare i play out, spero non quest’ultimi, vista la grande amicizia che mi lega con i tecnici De Biasi e Carvello. Infine, Crucolese, Girifalco, Zagarise e Torretta lotteranno per evitare la retrocessione diretta e per le posizioni della griglia play out.

Fammi un’analisi del girone che in prima persona ti vede coinvolto, quello di Terza Categoria girone D. Domenica prossima arriverà al Caligiuri la capolista Sofome. Sfida incertissima, big match importante per il futuro del campionato. Che sensazioni hai?
È un’incontro da tripla, aperto a qualsiasi risultato, dico solo che dobbiamo essere orgogliosi di essere arrivati a questo punto del campionato con la possibilità di regalare al nostro paese un’incontro del genere. Comunque vada sarà un successo.

Grazie ad Alessandro Dell’Apa per averci concesso questo lungo ma piacevolissimo excursus sul calcio dilettantistico calabrese e sul suo FCD Savelli.

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

La F.C. Paola C5 si arrende alla forza della Mirafin, laziali promossi in A2

La Farmacia Centrale Paola C5 chiude la sua stagione con una sconfitta sul campo dei lazia…