Home Calcio a 5 La Pol. Futura resta in serie B, il F. Polistena può centrare uno storico secondo posto

La Pol. Futura resta in serie B, il F. Polistena può centrare uno storico secondo posto

17 min. di lettura
0
0

Giocata la ventunesima e penultima giornata nel campionato nazionale di serie B. Nel girone G, un Bisignano già campione concede spazio al Paola, che si aggiudica il derby del PalaFerraro; il Traforo espugna Matera e resta ad un punto dal secondo posto. Nel girone H, sorpasso del Futsal Polistena sui palermitani del Mabbonath al secondo posto, si avvicina anche il Cataforio, la Futura centra la salvezza vincendo in Sicilia.

Selfie vittoria Paola

Magic Crati Futsal Bisignano-F.C. Paola C5 6-8
Marcatori: Scigliano, Ferraro, Scervino, Orsi, Dudu, Egea (M) 4 Costa, 2 Bartella, Cleber, Matheus (P)
Si è disputato stasera al Pala Ferraro di Cosenza il Derby Calabrese e l’Ultima gara casalinga in Serie B della Magic Crati Bisignano contro la Farmacia Centrale PAOLA. Una buona cornice di pubblico è accorsa a vedere la contesa.  In merito alla gara si è vista una prestazione dai due volti per i ragazzi di mister Barbuto, che dopo aver disputato un buon primo tempo, conclusosi sul 4-2 con le reti di Egea Ferraro Scervino e Scigliano. Nella seconda frazione di gioco la musica cambia, la Magic nonostante essere stata sempre in vantaggio, fa harakiri negli ultimi 3 minuti di gioco per una maggiore determinazione e rabbia degli ospiti, dovuta ai maggiori stimoli che il Campionato ancora gli riserva. Il Paola prima arriva al pareggio e addirittura a un minuto e mezzo dalla fine si porta sul doppio vantaggio. Oramai per la Magic non c’è più tempo per provare a recuperare la gara e finisce per alzare bandiera bianca. Le reti del Bisignano nel secondo tempo sono state siglate da Orsi e Dudu. Adesso ci sarà la pausa per le Feste Pasquali e si ritornerà in campo il 27 Aprile per disputare l’ultimo impegno di Campionato dove saremo ospiti del L.S. Traforo Spadafora. (A.S. Bisignano)

Real Team Matera-L.S. Traforo 2-7
Marcatori: 3 A. Chiappetta, 2 G. Chiappetta, Bracci, Tosta (T)

Esultanza Futsal Polistena

Futsal Polistena-Real Parco 11-3
Futsal Polistena: Lombardo, Pestich, Diogo, Creaco, Zerbi, Gallinica, De Cario, Costamanha, Martino, Solferino, Multari, Bruzzese. All.: Molluso
Real Parco: Romano, Campisi, Madonia, Di Carlo, Giannola, Bertolino, Moncada, Aragona, Bentivegna. All.: Tarantino
Marcatori: 5’pt, 8’pt, 14’pt, 3’st e 5’st Diogo; 15’pt Costamanha; 16’pt e 6’st Gallinica; 18’pt Creaco; 12’st Pestich; 19’st Zerbi (FP); 7’ST Campisi (RP), 15’st e 19’st Madonia (RP).
Il Futsal Polistena fa sua la sfida contro il Real Parco, valida per la ventunesima e penultima giornata del girone “H” di Serie B e, complice il passo falso interno del Mabbonath, balza al secondo posto in solitaria, con un vantaggio di due punti proprio sui palermitani. Partita senza storia quella andata in scena al palazzetto dello Sport “Caduti sul lavoro”, che ha visto la squadra di mister Pino Molluso dominare in lungo e in largo. Mattatore dell’incontro, conclusosi con il risultato di 11-3, è stato Diogo, autore di ben cinque gol. Le altre reti sono state siglate da Gallinica (doppietta), Costamanha, Creaco, Zerbi e Pestich (al suo primo gol in Serie B). Da segnalare anche, nelle fila del Futsal Polistena, l’impiego dei vari Lombardo, Multari (classe 2001) e Bruzzese (classe 2000). Per il Real Parco, invece, sono andati a segno Madonia (doppietta) e Campisi. Nel prossimo turno, l’ultimo della stagione regolare, sulla strada del Futsal Polistena ci sarà la Polisportiva Futura, squadra reggina che ha già conquistato la meritata salvezza. (A.S. Alessandro De Padova)

Cataforio-Mascalucia

ASD CATAFORIO C5 RC-SSD MASCALUCIA FUTSAL 7-4
Marcatori: 0’12”pt Atkinson, 1’46”pt e 11’59”pt Giriolo, 7’23”pt C. Laganà, 12’54”pt Scuderi (M), 14’32”pt D. Longo (M), 4’28”st Giriolo, 8’59”st aut. Riolo, 10’39”st D. Longo (M), 13’43”st Spina (M), 19’26”st Atkinson
Asd Cataforio: Paviglianiti, Sarica, An. Labate, G. Laganà, Cilione, Giriolo, C. Laganà, Atkinson, Al. Labate, Campolo, Mancuso, Martino. All. Praticò.
Mascalucia: Leonardi, Licciardello, Spina, D. Longo, Monaco, L. Longo, Casablanca, Russo, Riolo, Scuderi. All. Previti.
Arbitri: Cundò di Soverato, Cucuzzella di Ragusa. Crono: Loddo di Reggio Calabria.
Nell’ultimo turno casalingo della regular season, non si placa la voglia di vittoria del Cataforio. Nonostante un organico privo degli squalificati Durante e Parisi e dell’infortunato Scopelliti, il quintetto di mister Praticò riesce a superare un Mascalucia che, a viso aperto, è giunto in riva allo Stretto senza timori reverenziali. Cataforio che ha il merito di sbloccare subito il parziale con, neanche a dirlo, Atkinson che si gira bene e trova il vantaggio. Immediato il raddoppio con Giriolo, su assist di Andrea Labate, in azione di contropiede. La risposta biancoblu è affiadata all’attivissimo Riolo che impegna in due frangenti Paviglianiti, mentre Martino al volo manda largo di poco. Ancora Riolo crea apprensione nella difesa locale, mentre Cristopher Laganà, a 7’23” cala il tris. Partita in discesa per i reggini che, dopo il palo di Atkinson, trovano anche la quarta segnatura con la puntuale correzione in rete di Giriolo, sul secondo palo, sull’assist di Cilione. Sul 4-0 i locali si rilassano e subiscono il break dei siciliani che mandano in rete Scuderi (che ruba palla a Martino) e Danilo Longo (assist dello stesso Scuderi) nello spazio di un minuto e mezzo. Dall’altra parte ci prova Alessio Labate che costringe Leonardi a rifugiarsi in angolo e sul finale Danilo Longo sfiora il 4-3 con un lob da dentro l’area terminato sul fondo. Al rientro dagli spogliatoi c’è Mancuso in luogo di Paviglianiti tra i pali del Cataforio; il portiere dell’U19 si mette subito in mostra respingendo su Scuderi, mentre Cilione ed Atkinson chiamano in causa Leonardi. Azioni che si susseguono su entrambi i fronti: palo di Danilo Longo e Leonardi salva su Atkinson col “duello” che si rinnova tra i due. Proprio il brasiliano bianconero, troverà la giusta sponda che consentirà a Giriolo di insaccare il punto del 5-2 nonché la tripletta personale. Al 7′ il mancino di Atkinson non inquadra di poco lo specchio, mentre Mancuso compie un grande intervento su Russo dopo il perfetto assist a scavalcare la difesa da parte di Danilo Longo. Al 9′ c’è l’involontaria deviazione di Riolo che beffa il proprio portiere su un pallone messo in mezzo dall’attivissimo Atkinson. Trascorrono appena 40” e Danilo Longo si regala la doppietta con un’azione in solitaria. Lo stesso Riolo, a 8’34” dalla fine, esalta i riflessi di Mancuso, prima che Spina trovi il gol del 6-4 su invito ancora di Monaco. Nel finale, il tacco di Gregorio Laganà trova attento Leonardi che poco dopo bloccherà, sulla linea, in due tempi, il diagonale di Cilione. Il duello infinito tra Atkinson e Scuderi prosegue nelle ultime due emozioni della gara. Sulla prima il portiere salva mandando in angolo, sulla seconda il numero 9 reggino realizza a 34” dalla fine il definitivo 7-4. In virtù della sconfitta interna del Mabbonath, contro Regalbuto, la classifica vede un cambio al secondo posto. Il Polistena scavalca infatti i palermitani e si porta alle spalle del già promosso Melilli, mentre Cataforio e Regalbuto si trovano “a braccetto” con 2 punti di ritardo dai neroverdi. Dalla sfida in terra siciliana della prossima giornata, si definirà la griglia play-off. Dovesse finire oggi, il Cataforio affronterebbe il Mabbonath con la gara di andata in casa. Ancora però è tutto da definire. Pensiero infine rivolto anche all’U19, impegnata domenica alle ore 11 a Bernalda contro la Futura Matera, nell’andata dei sedicesimi di finale. Per i baby-bianconeri, tanto minutaggio quest’oggi anche contro il Mascalucia. A fine gara, Franco Porcino, figura fondamentale e storica dello spogliatoio del Cataforio, ha così commentato: “Ho visto la squadra abbastanza bene sia oggi sia nelle ultime uscite, merito anche del preparatore Pignata che sta svolgendo un grande lavoro. Lo stesso, sta lavorando senza un attimo di sosta anche per recuperare Scopelliti. A dimostrazione della qualità e della quantità di lavoro che svolgiamo quotidianamente sui singoli, in questa grande famiglia quale è il Cataforio. Bravissimi tutti nella gara odierna contro il Mascalucia. Non era facile dal punto di vista emotivo approcciarsi bene, visto che comunque si trattava di tre punti importanti per il nostro prosieguo. Eppure siamo partiti benissimo riuscendo a segnare tre gol in neanche dieci minuti. Adesso ci andiamo a giocare tutto a Regalbuto. Abbiamo le carte in regola per portare a casa l’intera posta in palio. I play-off? Li aspettavo da tanto tempo e sono già proiettato con la mente a queste sfide, tanto da non dormirci neppure la notte. Ho un sogno, ma non lo dico adesso…”. (Fabrizio Cantarella – Add. Stampa Asd Cataforio)

Selfie vittoria Futura

Mascalucia-Pol. Futura 3-5
Marcatori: 3 Labate, Aquilino, Rotella (PF)
Con una giornata di anticipo contro tutti i pronostici di inizio stagione i ragazzi terribili di mister Alfarano raggiungono un traguardo cercato, sofferto, voluto contro tutto e contro tutti. Tre gol di Nino Labate (2 dei quali negli ultimi 90 secondi), uno di Aquilino, uno del solito immancabile Rotella (oggi con una caviglia in disordine), le solite decisive parate di Spanti e la velocità di tutti i ragazzi, che non si sono fermati un momento, hanno conquistato i 3 punti più difficili della stagione. Il miracolo è stato fatto, tutti insieme, società, tecnico, preparatore atletico giocatori e tifosi possono iniziare i festeggiamenti. La Futura è salva! Avanti Futura! (A.S. Futura)

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Capitan Pannuti, Aquilino, Futura: una storia infinita! Rinnovano i due simboli

Fedelissimi. Se la Polisportiva Futura deve continuare il suo ciclo fatto di elementi espe…