Home Calcio San Marco e Vigor Lamezia, è festa per due

San Marco e Vigor Lamezia, è festa per due

5 min. di lettura
0
0

San Marco e Vigor Lamezia battono rispettivamente Taverna ed Archi, pur soffrendo, ma possono finalmente brindare al salto di categoria. Rossoblu e biancoverdi, vincendo i loro incontri per 4-1 dopo i tempi supplementari e per 1-0, possono festeggiare l’approdo al campionato di Promozione, un torneo ampiamente già disputato dalle due piazze.

San Marco

Incredibile, per certi versi, la gara del “D’Ippolito”, dove i cosentini di mister Lucera riescono a spuntarla dopo i tempi supplementari. Taverna che, alla lunga, ha pagato le diverse assenze, di Corigliano e Cariati su tutti. Primo tempo nel quale Di Marco è costretto agli strordinari su Spadafora e De Luca, nella ripresa è il Taverna a sbloccare il risultato, a dodici minuti dal fischio finale, grazie alla zampata di capitan Giglio. Proprio quando ormai i giochi parevano fatti, all’ottavo minuto di recupero, il signor Cortale di Locri assegna un calcio di rigore al San Marco per un fallo di mano in area di rigore. Dal dischetto, Spadafora è freddissimo a trasformare e manda, di conseguenza, le squadra all’extra time. Nei tempi supplementari i cosentini dilagano grazie ad un letale Pizzini (migliore in campo in assoluto) che, dopo l’azione personale che ha portato al gol del pari, infila due volte la porta biancorossa al quarto minuto del primo tempo supplementare ed allo stesso minuto del secondo. Nel mezzo, all’ottavo minuto della prima frazione extra, ci pensa il bomber De Luca a mettere anche il suo timbro sul ritorno in Promozione del San Marco.

Vigor Lamezia

Al “Morreale-Proto” di Cittanova è bastata la rete del capocannoniere Zaffino, dopo appena undici minuti, per regalare la promozione alla Vigor Lamezia di mister Leonardo Viterbo. Nonostante le diverse voci insistenti che riportano l’acquisizione, da parte della società del presidente Rettura, di un titolo di Eccellenza (Sersale?), i biancoverdi centrano l’obiettivo stagionale, al cospetto di un Archi falciadiato dalle assenze, di cui quattro per squalifica. Il gol partita in avvio quando, su un lancio di Calidonna, la difesa amaranto combina un pasticcio, l’estremo difensore Pecora esce a vuoto dopo una spizzicata di testa di un suo difensore ed il bomber Michele Zaffino non può far altro che depositare la sfera in rete. Nella prima frazione non ci sono grosse occasioni, la ripresa vede un gol annullato a Romito poco dopo il quindicesimo poi, nel finale, Archi vicinissimo al pari in due occasioni: nella prima il difensore Alampi non riesce a colpire la sfera proprio nel cuore dell’area, sugli sviluppi di un angolo; in pieno recupero è Lucia a deviare in angono un velenoso diagonale dal limite di Glomnicu. Finisce con la vittoria di misura della Vigor Lamezia e scattano i festeggiamenti per una squadra che ci ha sempre creduto e che ha voluto fortemente questa promozione.

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Stagione della conferma per il Belvedere, tutti i movimenti degli amaranto

L’Asd Belvedere 1963 comunica di aver trovato l’accordo per la conferma dei se…