Home Calcio a 5 Serie C1: risultati, marcatori e commenti della 19° giornata

Serie C1: risultati, marcatori e commenti della 19° giornata

18 min. di lettura
0
0

Si è disputata la diciannovesima giornata nel campionato regionale di serie C1, di seguito risultati, marcatori e commenti di tutti gli incontri.

Selfie vittoria Amantea

AMANTEA C5-BOVALINO C5 2-0
Marcatori: 45′ Miraglia, 55′ De Luca (A)
Gara molto attesa e sentita da entrambe le compagini, consapevoli di giocarsi un pezzo importante del proprio futuro. Amanteani ovviamente molto decisi a far valere il fattore campo, nonostante un po’ di vento a condizionare i movimenti sul terreno di gioco. La prima frazione è di chiara marca blucerchiata. Sono almeno cinque le occasioni limpide per portarsi in vantaggio, capitate sui piedi di De Luca, Filice, Mammola, Bonocore e Pignataro. Padroni di casa molto propositivi, ospiti in affanno che tentano di reagire con rapidi contropiedi. I blucerchiati hanno poca fortuna nelle conclusioni e forse manca quella precisione millimetrica al tiro rasoterra. Pignataro timbra un bel palo, e forse un tiro più schiacciato verso terra avrebbe beffato l’estremo ospite. Seconda frazione con identica sceneggiatura. Al 5° Bonocore fa gridare al gol, ma la palla va sulla traversa dopo una buonissima deviazione del portiere bovalinese. All’8° una splendida combinazione tra Mammola e Bonocore porta allo smarcamento di Filice, che spara malamente in aria una sorta di rigore in movimento. Il gol è questione di minuti, lo trova Miraglia al 15°, abile a sfruttare un pasticcio del portiere che molla la presa del pallone su un cross di Mammola. La reazione reggina c’è ma non produce nulla di pericoloso, fatta eccezione per un’occasionissima al 19° in cui Zerbo compie un intervento tutto cuore e coraggio, chiudendo lo specchio. Il 2 a 0 arriva al 25°: i bovalinesi rimediano brutta figura nella fase di possesso col portiere in movimento, De Luca recupera la sfera e tira da 25 metri facendo saltare tutti di gioia. Il capitano, per energia prodotta e per carisma, oggi risulta il migliore in campo. Il Bovalino prova a riaprirla con sfuriate offensive nel finale, ma il doppio vantaggio resiste senza grossi rischi. Mister De Giovanni è riuscito a instillare nei ragazzi la giusta dose di sfrontatezza e quella razionalità nel provare a sfondare, con pazienza, le linee avversarie, senza mai disunirsi, senza mai lasciare scoperta la propria metà campo. (A.S. Amantea)

Città di CS-Roglianese

CITTA’ DI COSENZA-ROGLIANESE 7-1
Marcatori: 11′ Pagliuso (CS) 33′ Occhiuto (CS) 34′ Pagliuso (CS) 39′ Franzè (CS) 55′ Milano (CS) 56′ Franzè (CS) 57′ Potestio (CS) 58′ Marsico (R)
Il Città di Cosenza torna alla vittoria superando il fanalino di coda Roglianese per 7-1. Gli uomini di mister Marco De Marchi, promosso alla guida della prima squadra dopo le dimissioni di Mendicino, si portado avanti con Pagliuso all’undicesimo minuto, non riuscendo a raddoppiare nella prima frazione, anche per merito degli interventi del poritere ospite Falbo. Nella riprresa, i rossoblu impiegano nove minuti per andare a segno tre volte con Occhiuto, nuovamente Pagliuso e Franzè. Emozioni anche nel finale, con il Città di Cosenza che sigla altre tre reti con Milano, Franzè e Potestio, concedendo ai rossoneri solo il gol della bandiera ad opera del veterano Marsico. Diego Sicilia, tecnico della Roglianese a fine gara: “Ringrazio il presidente Fuoco per l’ospitalità, ma voglio dire che in un incontro con altra valenza, l’orrore arbitrale del signor Panaro avrebbe scatenato un putiferio, infatti, sulla prima rete, la palla era uscita dal campo di almeno trenta centimetri. A certi livelli fa male vedere tali direzioni di gara, a prescindere dalla posizione in classifica che, mi auguro, non incida nelle (in)decisioni arbitrali”.

Claudio Monterosso

ENOTRIA CITTA’ DI CATANZARO-POLISTENA C5 2-3
Marcatori: 22′ C. Monterosso (P) 31′ e 33′ A. Capicotto (E) 42′ Insana (P) 58′ C. Monterosso (P)
Il Polistena C5 espugna il PalaSant’Elia e resta in scia ai cugini, cullando il sogno di quella che potrebbe sembrare un’impresa per una matricola ma che, visti i valori della squadra di mister Spanò, appare una vera e propria certezza. Squadre incerottate al fischio d’inizio, Enotria senza Levato (eroe di Coppa) e Carnuccio, ospiti senza Foti, Giovinazzo e Napoli infortunati e con Cosoleto squalificato. Partita bellissima davanti ad una buona cornice di pubblico (più di 50 quelli provenienti da Polistena), dove le due squadre non si sono affatto risparmiate, sciorinando giocate di categoria superiore e trame di gioco molto interessanti. Prima parte di gara frenetica, dove entrambe potrebbero andare a segno, con Loprieno e Cordì sugli scudi (l’estremo difensore ospite risulterà uno dei migliori, con almeno tre interventi decisivi di cui uno spettacolare in spaccata sullo 0-0), al ventiduesimo è il pivot rossoverde Claudio Monterosso a portare in vantaggio i suoi quando, ricevuta palla spalle alla porta, si gira ed infila sotto le gambe del numero uno di casa. Veramente tante le occasioni capitate alle due squadre, ma l’imprecisione la fa da padrona e si va al riposo sullo 0-1. La ripresa si apre con uno scatenato Andrea Capicotto che, come spesso accade, si prende la squadra sulle spalle ribaltando il parziale. La prima rete in ripartenza, con un tiro forte e centrale, sul quale il bravo Cordì non riesce ad intervenire perchè coperto, la seconda una perla da manuale con una sassata sotto l’incrocio sugli sviluppi di uno schema da calcio d’angolo. Il Polistena, però, ha grande cuore e lotta come poche squadre viste all’opera e, dopo qualche ripartenza non concretizzata soprattutto dal geniale Politanò, riesce a trovare il pari con capitan Insana che lascia partire una bordata dal limite, su assist di Monterosso. A questo punto succede di tutto, azioni e occasioni a raffica ma, alla fine, è ancora Claudio Monterosso a regalare ai suoi una preziosa vittoria, insaccando la rete del 2-3 a due minuti dal termine. Mister Lombardo non demorde e gioca la carta del portiere di movimento, ma nei due minuti regolamentari e nei tre di recupero Startari e compagni sono un muro invalicabile ed il Polistena C5 può andare ad esultare sotto i proprio tifosi, per una vittoria che lo proietta sempre più nei piani alti. Enotria che, al contrario, perde definitivamente la speranza di aggancio alla zona play off e che, anzi, dovrà iniziare a guardarsi anche dietro visto che Città di Cosenza ed Amantea hanno trovato due successi fondamentali in chiave salvezza. 

De Cario

FUTSAL POLISTENA-LAMEZIA SOCCER 8-1
Marcatori: 2′ Gomes rig., 8′ Creaco, 12′ Caffarelli (LS) 27′ Pratticò, 29′ e 49′ Wellington, 45′ Creaco, 51′ Aut., 59′ De Cario
Gara a senso unico quella andata in scena tra la capolista Futsal Polistena e la Lamezia Soccer, nella quale i padroni di casa non hanno rischiato nulla, andando in rete ben otto volte. Padroni di casa che la sbloccano subito con Gomes, che trasforma un calcio di rigore assegnato per un fallo evidente di Bentornato su Creaco. Gomes, qualche minuto più tardi, restituisce il favore a Creaco mandandolo in rete direttamente sugli sviluppi di uno schema da calcio d’angolo. Al dodicesimo si fanno vivi gli orange, che riescono a rientrare in gara grazie a Caffarelli, che mette dentro al termine di una bella azione manovrata con una triangolazione sviluppata nel migliore dei modi. Prima del riposo, però, ci pensano Pratticò e Wellington a spegnere qualsiasi velleità ospite di rimonta. Nella ripresa, ancora Creaco e Wellington chiudono definitivamente il discorso. Negli ultimi minuti, i rossoverdi arrotondano il punteggio andando a segno con un’autorete su tiro di Wellington e con il giovane falernese Simone De Cario. Futsal Polistena che prosegue la sua marcia da prima della classe e che lotterà fino all’ultimo minuto dell’ultima gara per centrale il salto di categoria, obiettivo ampiamente dichiarato dalla società. (A.S. F. Polistena)

Kroton

KROTON C5-LS TRAFORO 3-3
Marcatori: 42′ e 51′ Pato, 55′ Lovatel (T) 56′ Tricoli, 58′ P. Martino 60′ L. Martino (K)
Clamorosa e pazzesca rimonta del Kroton di mister Angelo Orto che, sotto di tre reti a quattro minuti dalla fine, riesce nell’impresa di recuperare lo svantaggio alla corazzata Traforo. Dopo una rete annullata inspiegabilmente ai padroni di casa, la prima frazione termina sul risultato ad occhiali, con qualche buona occasione non sfruttata a dovere dai pitagorici. La ripresa si apre con la squadra rossanese scatenata che va a segno due volte con Pato e successivamente con l’ultimo arrivato Lovatel. A questo punto, senza aver più nulla da perdere, mister Orto schiera capitan Macrillò come portiere di movimento e la scelta si rivela molto azzeccata perchè Tricoli, Pierpaolo Martino e Luigi Martino completano l’opera, andando a trovare un pareggio insperato. Ospiti che, al contrario, vengono beffati e devono accontentarsi di un solo punto, con la classifica che vede allontanarsi le prime quattro ormai proiettate verso altri lidi. 

Ferraro

SENSATION C5-BISIGNANO FUTSAL 1-6
Marcatori: 20′ e 21′ Gil (B) 51′ Minnella (S) 52′ Orsi, 53′ e 58′ Ferraro, 61′ A. Bisignano (B)
Impresa non riuscita per i ragazzi di Mister Gallo che perdono in casa contro il Bisignano dopo una partita per nulla scontata. Nel primo tempo, sblocca il risultato Gil al 20’ minuto e raddoppia al 21’ minuto, portando la squadra ospite sullo 0-2, risultato con il quale si chiude metà della gara. Il secondo tempo vede un alternarsi di azioni goal per entrambe le formazioni finché la Sensation Profumerie C5 tenta la carta del portiere di movimento che inizialmente appare azzeccata, infatti al 51’ minuto Minnella accorcia le distanze. Poco dopo, su tiro libero assegnato al Bisignano a seguito del quinto fallo subito, Orsi mette la palla dentro e, sempre durante il portiere di movimento messo in atto dai biancorossi, la squadra ospite allunga il divario, portandosi prima sull’1-4 al 53’ minuto e poi sull’1-5 al 58’ minuto con doppietta di Ferraro. Nei minuti di recupero, su un altro tiro libero, il Bisignano chiude il match sull’1-6 con la rete di A. Bisignano portando a casa 3 punti preziosi. (A.S. Sensation)

LM MIRTO C5-MAESTRELLI C5 4-0
Marcatori: 1′ A. Berardi, 4′ e 7′ Biasi, 55′ De Vincenti (M)

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Eccellenza, la presentazione della 7° giornata

Di Alessandro Dell’Apa – Turno importante per stabilire le gerarchie del giron…