Home Calcio Taverna, parla mister Folino:”Un campionato equilibrato. Un plauso ai miei ragazzi”

Taverna, parla mister Folino:”Un campionato equilibrato. Un plauso ai miei ragazzi”

8 min. di lettura
0
0

Tommaso Folino, giovane allenatore del Taverna ma con una grande esperienza sui campi di calcio dell’Italia intera. Sta conducendo i biancorossi ad un’altro campionato di vertice, attualmente al secondo posto all’inseguimento della capolista Morrone. Le sue conoscenze e il suo modo di far giocare bene la squadra fanno ben sperare i tifosi del Taverna. Di certo, la sua esperienza nel calcio è ben nota. Lo ricordiamo infatti tra i professionisti con la maglia del glorioso U.S. Catanzaro e poi Palmese, Cavese, Giugliano e Francavilla. Tornato in Calabria tra i Dilettanti ha contribuito con buone prestazioni alla causa di diverse società come Amantea, Guardavalle, Real Sersale, A.S. Sersale, Gimigliano e Pro Catanzaro. Appesi gli scarpini al chiodo, ha sempre ottenuto buoni risultati da tecnico ma ora è tempo di portare a casa un successo importante e vuole farlo con il Taverna. I presupposti ci sono tutti. Si è concesso, per noi, ad un’intervista sulla prima parte di campionato.

Mister partiamo con le sue considerazione su questo campionato che si sta rivelando equilibrato sia nella parte alta che in quella bassa della classifica.
Salve, è vero, quest’anno è un campionato molto equilibrato. Secondo me sarà un girone di ritorno difficile perchè Morrone, Roccabernarda, Taverna, Caccurese e metterei anche Scandale e Real Cerva, hanno tutte le carte in regola per giocarsi la vittoria del campionato ed ogni gara sarà un’incognita. Nella parte bassa, a parte forse solo il Real Catanzaro, sarà una vera lotta tra tutte le squadre coinvolte, come anche il Pallagorio, che dopo la grande prestazione con il Morrone, venderà cara la pelle. Può succedere di tutto anche perchè ci saranno trasferte difficili, squadre come Cirò, Bianchi, Casali e Santa Severina sono difficili da incontrare sul proprio campo. Chi riuscirà a fare più punti fuori casa sarà molto avvantaggiato ma come sempre poi il campo, negli scontri diretti, sarà il vero giudice. 

Ormai alleni da quattro anni a Taverna, con grandi risultati e centrando sempre i play-off, a volte terminati in maniera molto sfortunata. Cosa vi manca per vincere il campionato?
Sono subentrato il primo anno con la squadra in zona retrocessione e siamo arrivati quarti in campionato non disputando i play-off per la regola dei dieci punti. L’anno dopo ho portato la squadra al secondo posto in campionato a due punti dalla prima ed abbiamo perso la finale per il salto di categoria. L’anno dopo abbiamo perso la semifinale e lo scorso anno in finale play-off non abbiamo centrato la Promozione sbagliando il rigore al minuto ottantanove. Parlo di quattro anni positivi sotto molti punti di vista, ma si sa che gli spareggi sono delle gare secche e si vincono o perdono grazie ad episodi, ad una giocata di qualche giocatore. Secondo me quello che ci è mancato in questi anni è un pizzico di fortuna. Anche perchè la società sta lavorando bene malgrado c’è una squadra che ogni anno ha un budget economico importante e crea delle vere e proprie corazzate. Vedi quest’anno il Morrone, lo scorso anno la Rombiolese e tre anni fa abbiamo lottato contro un Botricello che per me era un vero e proprio squadrone. Per questo a Taverna penso che stiamo facendo un gran lavoro perchè ogni anno lottiamo contro queste realtà importanti ed economicamente forti. Manca poco per vincere, ci proveremo in tutti i modi.

Hai un attaccante come Giglio che è una garanzia. Una media gol altissima visto che in tre anni e mezzo ha realizzato qualcosa come 126 reti. Ma parlaci invece di un giocatore che ti sta sorprendendo.
Si Giglio in questi anni ha dimostrato di essere un lusso per questa categoria, un giocatore che potrebbe giocare in categorie superiori senza problemi. Sta venendo da un periodo poco brillante per via di un infortunio ma già domenica ha fatto vedere che si sta riprendendo. Altri nomi non te ne faccio perchè la rosa è talmente ristretta che stanno giocando tutti bene. Abbiamo 10-11 elementi di esperienza e poi abbiamo un grande settore giovanile con giocatori del 2000-2001 che spesso sono titolari. Abbiamo una grande under 18 che è prima in campionato davanti a squadre di Eccellenza come Cutro e di Promozione come la Silana e Botricello e spesso vengono a darci una mano in prima squadra. Ho questa grande fortuna perchè spesso faccio giocare 4-5 under in squadra proprio perchè ho sempre creduto in questi ragazzi e la società ha investito molto nel settore giovanile. Faccio un applauso pubblico a tutti i miei ragazzi che, malgrado la rosa ristretta, spesso per infortuni o squalifiche stanno fornendo delle ottime prestazioni.

In bocca al lupo mister Folino!

Carica altri articoli
Load More By Domenico Caracciolo
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Promozione, risultati e marcatori gironi A e B

GIRONE A Aprigliano – Rossanese = 1-0 Marcatori: Federico (A) Garibaldina – Br…