Home Calcio Villaggio Europa, ci hai preso gusto! Marsicano e Provenzano regalano la Prima Categoria

Villaggio Europa, ci hai preso gusto! Marsicano e Provenzano regalano la Prima Categoria

9 min. di lettura
0
0
Il Presidente Marsicano ed il DS Provenzano

Dopo la grande cavalcata della scorsa stagione, la prima della sua storia storia, conclusa con la promozione in seconda categoria, grazie alla finale vinta sul campo del Bisignano, il Villaggio Europa ha centrato il secondo salto di categoria consecutivo vincendo il girone B ed approdando in prima categoria. La società rendese ha chiuso con 48 punti, davanti a tutti, beffando compagini blasonate e più attrezzate alla vigilia, ma sorprendendo le rivali con un girone di ritorno incredibile. Abbiamo provato a tracciare un bilancio di ciò che è stato e di ciò che, magari, sarà con il presidente Agostino Marsicano e con il Direttore Sportivo Davide Provenzano.

PRESIDENTE MARSICANO
Il 14 Aprile è stata un’altra giornata storica per il suo giovane Villaggio Europa, alla seconda promozione consecutiva dopo quella della scorsa stagione sul campo del Bisignano. Se la sente di ripercorrere il cammino della sua squadra in questa stagione?
Innanzitutto è doveroso ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questo successo storico per la nostra società. Ripercorrere il cammino di quest’anno non è facile, trasmetterlo con poche parole, ma posso dire che è stato un susseguirsi di belle emozioni e anche di molte difficoltà in quanto, in primis, abbiamo dovuto lavorare molto sulla pianificazione e la gestione del gruppo e dello staff, ma ancor di più abbiamo dovuto risolvere problemi legati alla “non concessione” del nostro campo sportivo “Comunale Villaggio Europa“ e purtroppo siamo stati costretti a dover pagare un’altra struttura. Fortunatamente queste scelte sono state vincenti e ci hanno dato merito e ragione.

L’undici di mister Libero, subentrato in corsa a De Rose, ha vinto grazie, soprattutto, ad un grande girone di ritorno, con venticinque punti conquistati. Cosa pensa che ha avuto in più il Villaggio Europa rispetto alle avversarie più accreditate alla vigilia del campionato?
Per prima cosa, dal mio punto di vista, voglio sottolineare che il nostro girone (B) è stato il più bello ed avvincente ma, allo stesso tempo, il più difficile, in quanto sono state inserite compagini molto attrezzate e competitive, infatti, oltre al Marano ed alla DB Rossoblu abbiamo avuto l’onore e l’onere di affrontare le due squadre lametine, Fortitudo e Vigor 1919, questo fattore ha trasformato la Seconda categoria in una buona Prima categoria ed aggiungo anche che le altre squadre come Castrolibero, Parenti, Grimaldi, ma anche Dipignano, Figline, ecc. erano da prendere con le pinze per carattere e veemenza. Da parte nostra, credo ci sia stato un valore aggiunto determinante che va oltre il valore tecnico e penso sia stata la mentalità e la determinazione vincente negli scontri diretti.

Aspettando il rompete le righe, non prima di aver disputato la Supercoppa Provnciale, sta già pensando a come muoversi in vista del prossimo campionato di Prima Categoria, storico per la sua società? Ci saranno novità societarie e tecniche o confermerà il blocco vincente?
Attualmente siamo ancora in estasi per la vittoria e credo sia giusto godere di questi giorni di festa, ma sempre con la giusta concentrazione, puntiamo al prossimo traguardo, la Supercoppa provinciale. Attualmente la squadra e lo staff tecnico godono della piena fiducia da parte della società. Se ci saranno novità? Ovviamente la nostra attenzione è sempre aperta a 360 gradi su ciò che può portare progressi alla nostra causa ma, al momento, stiamo bene così.

DIR. SPORTIVO PROVENZANO
Il pari di Marano ha sancito il salto di categoria del Villaggio Europa. Dopo una prima parte di stagione dominata dai vostri avversari dell’ultimo turno, siete usciti alla distanza, sbaragliando la concorrenza. Che campionato è stato in generale, e poi, anche nello specifico, quello del Villaggio Europa?
Aggiungerei che eravamo a -8 punti al giro di boa, nel mese di dicembre. Abbiamo condotto un ottimo campionato. La miglior squadra in trasferta, il miglior attacco del girone. Nel girone di ritorno tutti i gol su azione (0 rigori a favore). Onore al Marano, ottima squadra. I nostri ragazzi nostri hanno dimostrato cuore, testa e gambe.

Nel mercato di riparazione avete dato la svolta alla stagione con l’innesto di Micieli, Anzillotti e Pizzini, tre calciatori che non hanno bisogno di presentazioni e che vi hanno spinto a vincere il girone, con il miglior attacco (46 reti). Pensa che questo pensiero possa riassumere il vostro successo o c’è altro dietro a questa rimonta incredibile del Villaggio Europa?
Semplicemente abbiamo cercato di costruire una squadra, un gruppo, con principi fondati ad allenare giornalmente uomini e dopo atleti. Gli innesti hanno dato sicuramente tanta esperienza e qualità. Ma per vincere un campionato gli ingredienti “a costo zero” sono altri. Educazione, rispetto, lealtà.

Dopo aver iniziato con mister De Rose, avete virato sull’esperienza di Libero. Cosa ha portato in più nello spogliatoio? Avete già parlato di un futuro insieme?
Libero Giancarlo, in squadra, ha portato l’esperienza del buon padre di famiglia, da persona diligente ha cercato di ricostruire un gruppo su principi sani. Il campo ha dato ragione agli atleti e le scelte tecniche a lui. Siamo molto molto fiduciosi sul suo lavoro e la sua professionalità. L’anno prossimo… Siamo già al lavoro. Il mio sogno? Vincere la coppa disciplina! E dopo far bene in campionato.

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Carlo Le Pera nuovo tecnico del Kroton Futsal

Dopo due anni di assenza, torna in sella il tecnico catanzarese Carlo Le Pera, che eredita…