Home Calcio a 5 La lega tutela le squadre “diciamo solo alcune”

La lega tutela le squadre “diciamo solo alcune”

10 min. di lettura
0
0

Purtroppo ci troviamo davanti ad un episodio dove non c’è nessuna logica sulle decisioni prese e sui comportamenti tenuti dall’ente che dovrebbe tutelare TUTTE le squadre e la REGOLARITà del campionato.
Premesso che lo scrivente è Maringolo Giovanni presidente dell’A.S.D. Giove squadra militante nel campionato di calcio a5 Serie “D” Girone “A” (perché IO ci metto la faccia!)
Di seguito racconto tutto l’episodio successo per far capire a tutti:
il 10/02/2018 doveva disputarsi la gara tra Serralonga Pertina – Guardia calcio che veniva rinviata a data da destinarsi per impraticabilità del campo, recupero fissato per il 28/02/2018 ma anche in questa data la gara non viene svolta questa volta però per problemi tecnici occorsi al pulmino del Guardia, in un primo momento la gara viene data vinta a tavolino al Serralonga, cosi il Guardia fa ricorso che però perde in primo grado davanti il giudice competente di Cosenza, cosi fa ricorso in secondo grado alla Corte Sportiva di Appello Territoriale in data 16/03/2018, la risposta della Corte d’appello arriva con molto ritardo precisamente solo in data 11/04/2018 con comunicato n° 151 del Cra Calabria (26giorni per una decisione), nella stessa giornata la mia società come tute le altre società del Girone “A” veniamo contattate dalla delegazione di Cosenza con un quesito:
“Vista la decisione della corte d’appello e visto che questa settimana sarebbe la TERZULTIMA PARTITA DI CAMPIONATO e da regolamento dovrebbero essere tutte in contemporanea e senza recuperi o altre partite da disputare, però vista la problematica ci sono due opzioni 1) posticipare l’intero campionato di una settimana come fatto con il campionato di 2° Categoria calcio a11 per un episodio simile; 2) se la maggioranza delle squadre del vostro girone è d’accordo giochiamo regolarmente questa giornata e la ripetizione della partita sopra citata si farà il MERCOLEDI 18, chiedendoci una conferma per mezzo mail per avere la certificazione del nostro consenso per evitare spiacevoli parole in seguito. “
Per andare incontro alla federazione ed evitare ulteriori slittamenti decide cosi di accettare ma con la postilla che la ripetizione di quella partita si deve fare senza nessun altro slittamento MERCOLEDì 18.
Il tutto accordato e deciso cosi come da comunicato n° 42 del 12/04/2018 della delegazione di Cosenza.
Dopo ciò succede l’impossibile, nella data prestabilità si viene a conoscenza per vie traverse che la partita non si disputa, nessun comunicato, nessuna telefonata il nulla totale.
Dopo varie telefonate sia alla delegazione di Cosenza, sia alla federazione di Catanzaro, sia alle squadre dirette interessate si viene a conoscenza che il motivo della non disputa è davvero futile, ovvero una improvvisa indisponibilità del campo da gioco del Serralonga Pertina, cosa al quanto improbabile, ma il discorso è un altro, dopo ciò sia Noi, sia le altre società sentite telefonicamente qual è il ROSSANO CENTRO STORICO, CETRARO ED ALTRE ci aspettavamo per lo meno una telefonata dalla federazione per vedere il da farsi come la settimana precedente per la REGOLARITà del campionato ed invece IL NULLA, il giorno dopo viene comunicato solo tramite COMUNICATO UFFICIALE N° 44 DELLA DELEGAZIONE DI COSENZA che la partita in questione veniva posticipata al giorno 23/04/2018 ore 19:30 ossia quando alla fine del campionato manca una sola giornata, addirittura per noi A.S.D. GIOVE il campionato sarà già finito (in quanto girone da 9 e noi riposiamo nell’ultima giornata) e cosa più grave che entrambi le squadre in questione sono in piena lotta campionato/playoff come noi, il morelli, il rossano ed il cetraro, quindi dare il vantaggio a quelle squadre di sapere anticipatamente tutti i risultati non crediamo sia una cosa corretta, ma la cosa peggiore e vedere che quelle due squadre si affronteranno nella stessa settimana (lunedi 23/04 e sabato 28/04) per ben due volte la prima sarà la gara di andata la seconda la gara di ritorno nonché ultima giornata di campionato.
Crediamo che la REGOLARITA’ del campionato sia al quanto dubbia vista la situazione, ed anche la comunicazione riuscita ad avere con la federazione è stata nulla sulla situazione, nessuno ha saputo spiegare con sicurezza come sia stato possibile tutto ciò visto proprio le loro telefonate della settimana prima.
Chiudiamo dichiarandoci molto amareggiati e ricordando alla federazioni che noi tutte “piccole società” facciamo molti sacrifici per partecipare a questi campionati e vedersi cosi poco considerati e presi in giro da false telefonate per avere il nostro consenso che poi non serve e davvero spiacevole.
Detto ciò noi adesso andremo a giocarci l’ultima di campionato nella speranza di non rischiare brutti scherzi di classifica a giochi fatti per noi “viste le situazioni molto dubbie” e nella sola speranza che questo mio sfogo servi per smuovere qualcosa nei piani alti per far capire che anche la serie D deve avere la giusta considerazione!!!

Giovanni Maringolo
Presidente A.S.D. GIOVE

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Catona, una famiglia vincente: Fortugno guiderà la squadra in prima categoria

Parte nel 2013 l’avventura di un gruppo di uomini che vogliono contribuire a scriver…