Home Calcio Apoteosi tirrenica, il PraiaTortora vince la Coppa Calabria

Apoteosi tirrenica, il PraiaTortora vince la Coppa Calabria

7 min. di lettura
0
0

Il PraiaTortora succede all’AC Morrone nell’albo d’oro e, battendo il Ravagnese per 2-1, dopo i tempi supplementari, si aggiudica la Coppa Calabria, alzando il trofeo sotto il cielo di Pianopoli. Gara epica ed imprevedibile, quella andata in scena allo stadio comunale “P. Catania”, con la squadra tirrenica che l’ha spuntata, anche grazie alla superiorità numerica per gran parte dell’incontro. Incontro nervoso e molto spezzattato, tanti falli e poco gioco, con il direttore di gara, il sig. Graziano di Rossano, più volte costretto ad intervenire per sedare gli animi e per estrarre i cartellini. Sotto una piogga fastidiosa, un primo tempo abbastanza bloccato viene scosso dai due episodi finali. Prima, i reggini si trovano costretti all’inferiorità numeria a causa del cartellino rosso sventolato a De Stefano, reo di aver commesso un banale fallo di reazione, poi, nonostante i tre minuti di recupero assegnati, il direttore di gara fa giocare oltre assegnando un calcio di punizione sulla trequarti destra per il Ravagnese, il più grande dei Minniti pennella un cross insidiosissimo, che Vigoroso trasforma in gol, facendo esplodere la gioia dei suoi. Finisce, così, la prima frazione di gioco, tra le proteste dei tirrenici e del numeroso pubblico giunto dalla provincia cosentina. La ripresa, se vogliamo, è ancora più accesa, come è normale che sia vista la posta in palio. Al tredicesimo minuto, il PraiaTortora beneficia di un calcio di punizione sulla lunetta dell’area di rigore, che il funambolico Petrone infila in rete con una parabola deliziosa a scavalcare la barriera. La gara si incattivisce e le ammonizioni fioccano, il Ravagnese è costretto anche alla doppia inferiorità a causa dell’espulsione di capitan Bianchi, cui fa seguito, nella stessa situazione, quella di Ventura che, sostituito, viene espulso dalla panchina. Nel finale, anche il PraiaTortora resta in dieci uomini per il doppio giallo sventolato a Gentile, uno dei migliori in campo. Minuti di recupero, poi, a favore dei reggini, con Pellicanò ed Attinà che, da pochi passi, non sfruttano due ghiotte occasioni. Si va, quindi, ai tempi supplementari. Nel primo extra time, l’unica chance è quella del subentrato Sisca che, in tuffo, colpisce di testa, ma spedisce fuori la sfera. La svolta decisiva al quinto minuto del secondo tempo supplementare, quando una mischia nell’area reggina viene risolta da capitan Papa, che s’inventa un colpo di tacco pazzesco, portando avanti la squadra allenata da mister Mantuano. L’incontro sembra scivolare via verso l’epilogo a favore del PraiaTortora ma, in pieno recupero, il direttore di gara punisce con il calcio di rigore un fallo di mani in area cosentina: sul dischetto si presenta Putortì, che centra il palo, consegnando la Coppa Calabria al PraiaTortora.

PraiaTortora-Ravagnese 2-1 d.t.s.
PraiaTortora: Marino, Oliva (2′ st Scoppetta, 13′ sts Maisto), Magnone, Orsino, Papa, Argirò (22′ st Novello), Stamato (38′ st Matellicani), Gentile, Ramunno, Petrone, Gabriele (10′ pts Sisca). A disp: Maceri, Bevilacqua, Campagna, Rea. All. Mantuano
Ravagnese: Comandè, F. Minniti ’98 (11′ pts Polito), Fava, Facciolo, Cuzzola, Bianchi, Falduto (2′ st Attinà), De Stefano, Ventura (25′ st Putortì), F. Minniti ’90 (11′ sts Manti), Vigoroso (38′ st Pellicanò). All. Preferito-Aquilino
Arbitro: Graziano della sezione di Rossano
Marcatori: 49′ Vigoroso (R) 58′ Petrone (PT) 5′ sts Papa (PT)
Ammoniti: Petrone (PT) Papa (PT) Cuzzola (R) Facciolo (R) Latella (R)
Espulsi: 41′ De Stefano (R); 31′ st Bianchi (R); 32′ st Ventura (R) dalla panchina; 41′ st Gentile (PT)

PraiaTortora
Ravagnese
Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

U19 nazionale: Cataforio e Futura in testa, primo sorriso del Bovalino

Terza giornata di campionato per le UNDER 19 calabresi, inserite nel girone S. Il Catafori…