Home Calcio a 5 Ausonia Sub, mister Fiorenza: “Il mio ieri, oggi lo metto a disposizione di chi domani vorrà essere quello che io ho sognato di essere”

Ausonia Sub, mister Fiorenza: “Il mio ieri, oggi lo metto a disposizione di chi domani vorrà essere quello che io ho sognato di essere”

10 min. di lettura
0
0
Ausonia Sub 2018/2019

In estate è partito un nuovo percorso, di una società che ha voglia di emergere e, per questo motivo, ha scelto un profilo giovane, ma con grande conoscenza della materia. L’Ausonia Sub del presidente Cama ha affidato la guida tecnica a Giuseppe Fiorenza, che sta egregiamente ricoprendo il doppio ruolo di allenatore e giocatore. Domenica ci sarà la sfida alla forte Gallinese, capolista del girone D di serie D, e favorita principale per il salto di categoria. L’Ausonia proverà a centrare i tre punti, che riaprirebbero il discordo primato. Abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con mister Fiorenza, con cui abbiamo analizzato il progetto Ausonia a 360 gradi.

Il calendario vi mette di fronte alla Gallinese, per la 4 volta in stagione. La capolista, costruita per vincere, ma che non è riuscita a battervi nei 3 precedenti, anzi, siete riusciti anche ad eliminarla dalla Coppa. Che partita sarà e come la state preparando?
Esattamente, 3 confronti, tra l’altro molto ravvicinati nella prima parte di stagione, dove abbiamo dimostrato di potercela giocare contro una compagine allestita per lottare su tutti i due fronti (coppa e campionato). Siamo stati noi molto bravi a conquistare la qualificazione in coppa e a dare loro un “dispiacere” e poi ancora più bravi a portare a casa un prezioso punto in campionato, giocando nel loro palazzetto davanti ad un invidiabile cornice di pubblico, che può essere il sesto uomo in campo a loro favore. Come nei precedenti incontri, anche questo lo stiamo preparando curando ogni minimo particolare, ma oltre l’aspetto tattico, l’ago della bilancia penderà per chi avrà più motivazione e voglia di vincere.

La gara di andata è terminata in parità, ma stavolta la posta in palio sarà maggiore. Non avendo nulla da perdere, viste anche le differenze di obiettivi, cosa vi aspettate da questo big match?
Ad inizio stagione, nonostante non mi sia mai messo limiti sulle potenzialità dei Miei Terribili Ragazzi (li chiamo così), non pensavo che ci saremmo ritrovati alla fine del girone di andata, secondi, a 3 lunghezze dalla prima, perché dobbiamo considerare altre compagini come Natural, Bergotto e Platì che hanno dimostrato di essere presenti e vogliose di essere protagoniste. Quindi, in una partita del genere e venendo dai passi falsi contro la Bernardino, e dalla sconfitta a Platì, questa partita la giocheremo con il sangue agli occhi, perche il DNA dell’Ausonia è questo, vogliamo riprendere la scia positiva al più presto, conquistare in campo punti, posizioni, arrivare il più in alto possibile senza mai mollare, fino alla fine, senza girarci indietro, e lottare fino all’ultimo secondo dell’ultima partita della stagione.

Siete terzi in classifica a meno uno dal secondo posto, la Gallinese è al comando con sei lunghezze di vantaggio su di voi. Un vostro successo riaprirebbe i giochi. È la classica gara che può valere una stagione?
E’ la gara dove il primo obiettivo è vincere, per cercare di mantenere una posizione di privilegio per i play off. Ma è anche la partita che sicuramente potrebbe rimettere in discussione il primo posto. Ripeto, fino all’ultimo secondo dell’ultima partita della stagione, tutto può succedere, e come dico ai miei giocatori, non possiamo arrivare con rimorsi e rimpianti, anche perchè abbiamo perso dei punti per strada che ancora oggi rosichiamo, ma che vogliamo assolutamente riscattare.

L’organico che ha a disposizione è un mix di esperienza e giovani di prospettiva, dove può arrivare quest’Ausonia? Ci spieghi il progetto che ha sposato al primo anno da tecnico emergente e rivelazione di questa prima parte di stagione.
La rosa, allestita quest’estate insieme al ds Giuseppe Princi, ha mantenuto l’ossatura forte della scorsa stagione con tanti ragazzi giovani o comunque con pochi campionati alle spalle in questo sport. A questi, abbiamo scelto di integrare qualche elemento di esperienza, guardando prima le qualità della persona e poi quelle tecniche. Ad oggi, nonostante i vari impegni lavorativi di tanti, posso dire che i ragazzi fanno grandi sacrifici per essere presenti agli allenamenti e molti anche alle partite e va dato merito e un plauso per l’impegno e la dedizione. Quest’estate, quando il presidente Matteo Cama, insieme al dirigente Alessandro Cama e al ds Peppe Princi, mi hanno SCELTO come allenatore, come inizio di un nuovo percorso, mi sono promesso di mettere tutto me stesso per ripagarli della fiducia che hanno riposto su di me, iniziando a lavorare INSIEME anche su un aspetto più ampio, come la creazione di un settore giovanile e un percorso di crescita societaria e di squadra che possa permettere all’Ausonia di disputare campionati di categoria superiore nei prossimi anni. Ti ringrazio per avermi definito la rivelazione, ne sono davvero lusingato, ho avuto il piacere di ricevere i complimenti anche da altri “colleghi” addetti ai lavori e giocatori con cui ci siamo scontrati ed è una grande soddisfazione, anche perchè ho deciso per quest’anno di fare il doppio ruolo Allenatore-Giocatore, e non è assolutamente facile, la strada da fare è tanta, sicuramente devo crescere e migliorarmi, ma la determinazione non mi manca. Dopo ben 16 anni nel futsal, dopo varie esperienze in tutte le categorie dalla Serie A alla Serie D, oggi sono davvero felice ed orgoglioso di aver intrapreso questo sport, che ti dà disciplina, sviluppa il valore di squadra, che è palestra di vita, che ti insegna a non mollare mai, inseguire sempre i tuoi obiettivi e costruirli giorno dopo giorno, e per questo che devo ringraziare tutti i dirigenti, gli allenatori e i compagni incrociati in questo cammino. Il mio ieri, oggi lo metto a disposizione di chi domani vorrà essere quello che io ho sognato di essere.

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Stagione della conferma per il Belvedere, tutti i movimenti degli amaranto

L’Asd Belvedere 1963 comunica di aver trovato l’accordo per la conferma dei se…