Home Calcio a 5 B: Il Città di Cosenza è capolista in solitaria, Bovalino nei piani alti

B: Il Città di Cosenza è capolista in solitaria, Bovalino nei piani alti

13 min. di lettura
0
0

La quinta giornata del campionato cadetto di serie B ci consegna un Cosenza che centra la quinta vittoria in altrettante gare e vola solitario in testa alla classifica. Terzo successo del Bovalino, che torna con un pokerissimo da Agrigento e vola nei quartieri alti. La Futura perde a Lazzaro contro la forte Pro Nissa, ma la gara è stata condizionata da una direzione arbitrale molto discutibile.

Futura-Pro Nissa

POL. FUTURA-PRO NISSA 4-7
Marcatori: pt 8’20” pt Mendes (N), 11’20” Scappatura (F), 14’50” Colore (N), 18’40” Torres (N); st 4’50” Pronesti (F), 10’30” Mendes (N), 12’30”, 13’20” Modafferi (F), 15’50” Tornatore (N), 17’10” Torres (N), 18’20” Mendes (N)
Non chiamatela maledizione, ma poco ci manca. La Polisportiva Futura rimedia la terza sconfitta casalinga su tre gare disputate al Pala Futura, Polivalente Coperto, ma ha ancora una volta da recriminare. Passa la Pro Nissa con un risultato che assume proporzioni eccessive solo negli ultimi secondi, 4-7. Sfortuna, la giusta dose di imprecisione e distrazione, ma anche qualche decisione arbitrale che lascia assolutamente perplessi, in particolare nel momento decisivo della gara. A questo proposito il presidente Cogliandro tuona: “MERITIAMO RISPETTO. UN ARBITRAGGIO CHE ANCORA UNA VOLTA CI PENALIZZA. UN RIGORE NETTO PER FALLO DI MANO IN AREA SUL 4 a 5 A 58 SECONDI DALLA FINE NON VIENE CONCESSO A POCHI METRI DAL SECONDO ARBITRO CHE IN TUTTA LA GARA HA FISCHIATO SOLO UNA VOLTA! IO MI CHIEDO PERCHÉ SPENDERE SOLDI PER FARE VENIRE ARBITRI COSI DA FUORI REGIONE”. Tornando alla cronaca primo tempo appannaggio della Pro Nissa, che mette in mostra i suoi calcettisti stranieri e manda in confusione la squadra di casa. Al 13′ 20” la gara si sblocca con la rete di Allyson Amantes, che appoggia nella porta sguarnita sugli sviluppi di una punizione a ridotto dell’area di rigore. La squadra di Alfarano prova a mettere in difficoltà la retroguardia ospite al 11′ 26” trova il gol del pareggio con l’ottimo Scappatura, che appoggia da pochi metri dopo una trama di Rotella.. Il gol di Colore a 9′ 19”, botta ravvicinata che piega le mani ad Amaddeo, segnala le difficoltà della squadra di casa. Torres, Allyson e La Rosa provano più volte ad incrementare il vantaggio, provvidenziale più volte il portiere di casa, mentre in altre circostanze da segnalare la mira imprecisa dei ragazzi di Tarantino. Al minuto 5′ 12” non sbaglia però Torres, che con un tocco perfetto batte il portiere della Futura in uscita. Nella ripresa è tutt’altra storia. La Futura alza i giri del motore e resiste in tutti i modi di fronte alla forza della corazzata siciliana. Le speranze di rimonta si riaccendono a 15’17” dalla fine, con una deviazione del portiere dopo un gran tiro di Everton. A 10′ 55′ sembra nuovamente blindarla Tubau, ma a 6’56” è Modafferi a pescare ancora una volta impreparata la difesa siciliana, da due passi firma il 3-4. Sedici secondi dopo, Rotella inventa, Modafferi ancora una volta mette in rete e fa esplodere il Pala Futura. A 6’19” l’incredibile chance per il sorpasso capita sui piedi di Rotella: provvidenziale il portiere ospite che ferma il tocco sotto del fuoriclasse paraguayano. La beffa si materializza a 2’54”, quando è La Rosa ad insaccare su una veloce ripartenza dei bianchi ospiti. Portiere di movimento e caccia al meritato pareggio. Ma un tocco di mano in area non ravvisato dai signori direttori di gara e il rosso a Rotella spegne ogni velleità. A porta vuota gli ultimi gol del Nissa, con La Rosa e anche un’autorete del portiere di movimento. La Futura resta inchiodata a quota 3 punti e riceve ancora una volta i complimenti degli avversari. (A.S. Futura)

Akragas-Bovalino

AKRAGAS-BOVALINO C5 1-5
Marcatori: pt 7′ 10″ Casali (A), 10’20”, 14’30”, 17’10”; st 8’20” Crivi (B), 13’10” Crespo (B)
Ad Agrigento è Amaranto Show: Espugnato il tempio dell’Akragas Vincono e convincono i nostri uomini, oggi impegnati su un campo difficile. Una grande prestazione di squadra, che ci permette di rientrare a Bovalino con in tasca 3 punti e la terza vittoria consecutiva. Assente Villoria per infortunio, sale in cattedra bomber Crivi autore di un poker personale che annichilisce gli avversari. Di Crespo l’ulteriore segnatura amaranto, finisce 5 a 1 ad Agrigento. Bovalino Calcio a 5 desidera ringraziare la Società Akragas Futsal per l’ospitalità e la splendida accoglienza. Complimenti ai nostri uomini. Stiamo lavorando sodo e in maniera propositiva, i frutti iniziano a vedersi. (A.S. Bovalino)

Siac Messina-Città di CS

SIAC MESSINA-CITTA’ DI COSENZA 1-3
Marcatori: pt 4’40” Salerno (CS), st 6’30” Salerno (CS), 11’20” Marchio (CS), 17’45” Nicolosi (M)
5 su 5! Punteggio pieno e primo posto in solitaria! È un rullo compressore la squadra di Chiappetta, che sbanca anche Messina battendo per 3-1 la squadra di casa del SIAC. I rossoblu partono per la trasferta con qualche difficoltà, visto l’infortunio di Piromallo, un Martini non al 100% e Zafra recuperato in extremis da un infortunio alla spalla ed ancora leggermente dolorante. Tutto ciò però non ferma la fame di vittoria dei lupi, che arrivano a Messina con la solita voglia di vincere e convincere soprattutto. E chi ha voluto convincere oggi, è proprio bomber Salerno, che finalmente si sblocca e porta a casa una doppietta. La partita di Messina sembra sulla carta facile per la Pirossigeno, ma si sa che ogni squadra nasconde qualche insidia. La partita infatti nel primo tempo, è divertente ma il SIAC blocca le iniziative rossoblu molto bene, e ci vuole una bellissima triangolazione tra Salerno e Chiappetta, che porta alla conclusione il bomber cosentino che scarica tutta la sua rabbia con un bolide sotto la traversa. Ci prova poi il SIAC, colpendo un palo e poi Zafra ha la possibilità del doppio vantaggio, ma la palla sbatte sulla traversa. Il SIAC cerca di agguantare il pareggio ma non ci riesce trovando in porta un attento Del Ferraro, mentre i rossoblu sprecano un paio di occasioni per aumentare il loro vantaggio, facendo scadere i primi 20 minuti. La ripresa inizia di nuovo sotto il segno dei rossoblu, con un’azione solitaria di Salerno, che va alla conclusione, ma la palla sbatte sul palo. Ma è solo il preludio al fantastico gol che realizza lo stesso bomber, che di spalle alla porta, tiene lontano il suo marcatore, e con un tiro capolavoro sotto l’incrocio, realizza la sua doppietta! Poco più di un minuto dopo, è il solito Marchio a timbrare il cartellino marcatori, punendo con un diagonale, il portiere avversario in uscita. La Pirossigeno è sul 3-0 e concede un piccolo spazio, che Antonucci sfrutta per portare sul 3-1 il risultato. Termina, così, la partita che vede ora i lupi capolista in solitaria, con la testa già al prossimo impegno casalingo. La società tutta ne approfitta per ringraziare la SIAC Messina per l’ospitalità. (A.S. Città di CS)

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Il Giove dice basta: “Arbitri non degni di chiamarsi tali”

Ora diciamo basta!!! Dopo l’ennesima direzione arbitrale da HORROR, non riusciamo più a st…