Home Calcio a 5 Cataforio, Cantarella: “Che emozione il gol in finale, ma ora testa al Bisceglie”

Cataforio, Cantarella: “Che emozione il gol in finale, ma ora testa al Bisceglie”

6 min. di lettura
0
0

La numero 10 nel mondo del pallone ha sempre un fascino particolare. Il destino sa incrociare segnali inequivocabili e Giovanni Cantarella ne è la fulgida riprova. Una crescita esponenziale soprattutto in termini di intensità ed intelligenza tattica, come più volte sottolineato dal suo allenatore, Giovanni Quattrone.
Suo il gol che ha deciso la finale regionale U18: “Un’emozione forte ed indescrivibile. Mi sono uomo, prima ancora che giocatore in campo in quel frangente. Avere poi l’onore di alzare quella Coppa che riflette peraltro i colori del Cataforio, è un grande privilegio. In momenti del genere si avverte tantissimo il peso della responsabilità, come quella di trovarsi davanti al portiere subito dopo un’imbucata perfetta e sapere che molto di quella finale passa da quel millesimo di secondo. Dipendeva da me e posso garantire che il cuore andava a mille ed è scoppiato di gioia qualche istante dopo quando ho visto la palla entrare in gol. Quanto accaduto nello stesso istante anche a tutti gli altri miei compagni. Provavamo tutti le medesime emozioni”.
La dedica è per papà Angelo: “Questa vittoria la dedico a colui il quale rappresenta per me il modello perfetto da seguire, ossia mio padre. Lo stesso che in questi anni mi ha invogliato ad andare avanti nello sport e non abbandonare le mie passioni. A lui devo tantissimo. Una dedica affettuosa anche al mio grande mister Giovanni Quattrone che in questo splendido anno mi ha trattato come un figlio, tecnicamente partendo da zero, pazientando e spronandomi a dare il meglio, al pare del mister Pasquale Praticò e della società tutta”.
U19, domenica l’obiettivo ribaltare la situazione contro Bisceglie: “I risultati di quest’anno sono certamente frutto di tanto lavoro ed umiltà. Ci sentiamo una grande famiglia dove ogni componente aiuta l’altro nel momento di difficoltà. La costanza ha premiato tutti seppure la sconfitta contro Bisceglie è stata per certi versi inaspettati. Purtroppo sui nostri 3 errori difensivi siamo stati puniti nel peggiore dei modi. Dal canto nostro ci stiamo impegnando al massi e stiamo cercando di preparare al meglio questa difficile gara di ritorno. Dovremo vincere con 3 gol di scarto ma sono certo che il nostro spirito battagliero ci consentirà di giocarcela al meglio. Sappiamo benissimo che non sarà facile ma daremo il massimo per portare alto il nome di una società grande come il Cataforio che ha cuore il bene di ogni singolo giocatore”.
La sfida tra Cataforio e Bisceglie avrà luogo al “PalaMazzetto” di Modena, alle ore 15:00 di domenica 21 aprile.

Fabrizio Cantarella
Add. Stampa Asd Cataforio

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Catona, una famiglia vincente: Fortugno guiderà la squadra in prima categoria

Parte nel 2013 l’avventura di un gruppo di uomini che vogliono contribuire a scriver…