Home Calcio a 5 Coppa Italia Serie B, Città di CS elimina Futura ed accede al terzo turno

Coppa Italia Serie B, Città di CS elimina Futura ed accede al terzo turno

4 min. di lettura
0
0

Il Città di Cosenza passa al “Polivalente” di Lazzaro e si regala il terzo turno della Coppa Italia di Serie B. Superata una buona Futura per 1-3, i lupi, capolista del girone H del campionato cadetto, affronteranno la Pro Nissa in Sicilia, in gara unica, il 12 Febbraio.

POLISPORTIVA FUTURA-CITTA’ DI COSENZA 1-3
Pol. Futura: Amaddeo, Giardiniere, Scappatura, Attinà, Rotella, Modafferi, Guarnieri, Pronesti, Laganà, Vergine, Falcone, Arcudi. All. Alfarano
Città di Cosenza: Del Ferraro, Marchio, A. Chiappetta, G. Chiappetta, Salerno, Caruso, Pizzino, Savuto, I. Paolozzo, Zafra, Piromallo, Martini. All. Chiappetta
Marcatori: 14′ Piromallo (CS) 23′ Marchio (CS) 35′ Zafra (CS) 37′ Falcone (F)
Una Futura senza Labate, Vergine, Pronestì, con Pannuti solo in distinta e Amaddeo in campo per un tempo con una caviglia in disordine, ha fatto una grande partita contro la capolista del girone H. L’ammonizione di Rotella (anche oggi una grande partita) dopo 30 secondi il secondo giallo a 10 minuti dalla fine con relativa espulsione hanno sicuramente condizionato la partita.
Hanno fatto benissimo comunque i ragazzi della Futura. Scappatura, Modafferi ed Everton li hanno guidati ed in più di un’occasione hanno messo in difficoltà i quotati avversari. Bene, quindi, i vari Attina Laganà, Giardiniere e Falcone, autore di un bellissimo gol, ed il portiere Arcudi sicuramente all’altezza della categoria. Applausi Alla fine per tutti locali ed ospiti qualche fischio per un arbitraggio decisamente insufficiente. (A.S. Futura)

Futura-Città di CS
Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

L’Amendolara fa undici su undici ed è campione d’inverno

di FILIPPO FARALDI – La capolista vince facile contro il modesto Cropalati e si laur…