Home Calcio a 5 Coppa Italia Serie C, si decidono le magnifiche 4 che disputeranno la Final Four

Coppa Italia Serie C, si decidono le magnifiche 4 che disputeranno la Final Four

12 min. di lettura
0
0

Disputate le gare di ritorno dei quarti di finale della Coppa Italia di serie C, di seguito il quadro completo con risultati, commenti e le quattro qualificate per la Final Four.

Saluto iniziale

LAMEZIA SOCCER-ENOTRIA CITTA’ DI CZ (and. 1-5) 2-5
Marcatori: 14′ e 32′ A. Capicotto (E) 18′ Monterosso (E) 35′ Brandonisio (E) 48′ Marullo (LS) 50′ M. Capicotto (E) 57′ Viterbo (E)
Va in scena al Palazzetto “Alfio Sparti” di Lamezia Terme la partita di ritorno dei quarti di Coppa Italia tra Lamezia Soccer e Enotria Città di Catanzaro. Squadra lametina chiamata all’impresa e costretta a rimontare il punteggio di svantaggio dell’andata di 5 a 1 a favore dei giallorossi. Partita piena di gol esattamente come all’andata. Gli orange della Lamezia Soccer partono subito forte tenendo in mano il pallino del gioco, ma dopo un quarto d’ora pagano a caro prezzo un contropiede dell’enotria che si porta subito in vantaggio 0 a 1 con Capicotto A. Da lì in poi mister Carrozza è costretto già sin da subito a giocare con 5 uomini all’attacco e conseguente portiere di movimento. Mossa dovuta e forzata, e nonostante l’ottimo pressing alto lametino nell’area avversaria, dopo soli quattro minuti dal primo vantaggio arriva il raddoppio catanzarese con tiro dalla lunga distanza di Monterosso a porta sguarnita ed è 0 a 2 (18′) La prima parte di gara termina con possesso palla sterile della Soccer e nessuna occasione particolare da segnalare. 0 a 2 e tutti a prendere un thè caldo. Il secondo tempo parte alla stessa identica maniera in cui era terminato il primo ed al 32′ arriva il terzo gol dell’Enotria con la doppietta personale di Capicotto A, gol quasi fotocopia del precedente. La Lamezia Soccer continua in ogni caso a pressare e a provarci ma senza particolari occasioni nitide ed al 35′ in contropiede arriva anche lo 0 a 4 dell’Enotria, questa volta a timbrare il cartellino è Brandonisio. La squadra Lametina torna a giocare con il portiere fisso e trova il gol che accorcia le distanze al 48′ con Marullo e dopo soli due minuti, quindi al 50′ sempre in contropiede arriva l’1 a 5 dell’Enotria con Capicotto M. Nei minuti finali di gara da registrare il gol dell’esordiente Viterbo tra le fila lametine del 2 a 5 finale ed inoltre l’ottima prestazione del classe 2000 “orange” Baglione. Enotria Città di Catanzaro che passa quindi alle final four e Lamezia soccer che abbandona la competizione a testa alta e pronta al proseguo del campionato e ad affrontare sin da subito gli ospiti della Maestrelli C5 nella decima giornata in terra lametina. (A.S. Lamezia Soccer)

Saluto iniziale

AMANTEA C5-KROTON C5 (and. 1-5) 4-6
Marcatori: Tricoli (K) Borgia (A) Borgia (A) Bonocore (A) 2 L. Martino (K) Borgia (A) Tricoli (K) Cimino (K) Tricoli (K)
Il Kroton di mister Orto bissa il successo dell’andata e vola in Final Four, al termine di una gara che ha riservato tanti colpi di scena e nella quale l’Amantea è andata vicinissima alla remuntada, salvo poi arrendersi nel finale. Partono forte i pitagorici che al primo acuto sbloccano il parziale con Tricoli, indirizzando subito la gara a proprio favore. L’Amantea, però, vuole provare a ripetere l’exploit dello scorso anno, quando si qualificò all’atto finale disputando la semifinale e si spinge in avanti ribaltando il parziale grazie ad una doppietta di Borgia. In avvio di ripresa, è Bonocore a triplicare per i tirrenici, dando ulteriore linfa alla squadra di Carnuccio. Lo stesso Bonocore ha la palla del 4-1, che viene magistralmente negato da un attento e presente Russo. Il Kroton avverte la situazione precaria e, con orgoglio, cerca subito di raddrizzare l’andamento, riuscendo ad andare due volte in rete con Luigi Martino. Borgia prova a rimettere in dubbio il discorso, ma due volte Tricoli e poi Cimino ribaltano definitivamente il punteggio, consegnando al Kroton la qualificazione.

Angelo Creaco

FUTSAL POLISTENA-BOVALINO C5 (and. 2-2) 3-2
Marcatori: 32′ Zurlo (B) 36′ Creaco (FP) 39′ Ecelestini (FP) 59′ Calabrese (FP) 62′ Zurlo (B)
Esordio con vittoria sulla panchina del Futsal Polistena e qualificazione alla final four per mister Molluso. Vittoria strameritata per la squadra di casa, con il risultato che, alla fine, risulta anche un pò burgiardo in virtù delle occasioni create. Primo tempo concluso sullo 0-0 con un palo di Creaco per i padroni di casa, fermati anche dalla serata di grazia del portiere Manti, autore di diversi interventi decisivi. La ripresa, però, si apre con il Bovalino che si porta subito in vantaggio con il bomber catanzarese Zurlo. Passano pochi minuti e, prima Creaco trova il pari con uno spendido gol in rovesciata, poi Ecelestini ribalta il parziale a favore dei suoi al termine di una bella azione personale. Il Futsal Polistena potrebbe andare ancora a segno, tante le occasioni create, ma nessuna finalizzata a dovere con una clamorosa traversa colpita del gioiellino Simone De Cario. Nel finale, mister Franco gioca la carta del portiere di movimento,  ma ci pensa Calabrese a chiudere i giochi, siglando il punto del 3-1. Allo scadere, tante proteste per il sesto fallo fischiato dalla coppia arbitrale, Zurlo trasforma chiudendo i giochi sul 3-2. Finalmente si è rivisto il vero Futsal Polistena, la squadra ha messo in campo la giusta cattiveria e la giusta grinta che serve in queste occasioni centrando il primo mini obiettivo stagionale. (A.S. Futsal Polistena)

Saluto iniziale

LS TRAFORO-BISIGNANO FUTSAL (and. 4-2) 3-4
Marcatori: 8′ Dedè (T) 23′ Aragon (T) 29′ Ferraro (B) 37′ Rafinha (T) 45′ Ferraro (B) 52′ Iaquinta (B) 61′ Aut. Salerno (B)
Con tanta sofferenza ed un pizzico di fortuna accediamo meritatamente alla final Final Four per la terza volta negli ultimi quattro anni. Una gara di fatica per via del quinto uomo utilizzato dal Bisignano dal primo minuto. Grande primo tempo chiuso sul 2-1. Nella ripresa i ragazzi hanno allungato sul 3-1 e sprecato il colpo del ko in numerose occasioni. Il finale però è da brividi, perché gli ospiti rientrano in gara su punizione e dopo ribaltano la situazione. All’ultimo assalto il Bisignano ha la palla della qualificazione ma la spreca clamorosamente. (A.S. LS Traforo)

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Calcio a 5: confronto tra istituzioni e società, ufficiali i tecnici delle rappresentative

Si è svolto questo pomeriggio l’incontro tra istituzioni e società di Calcio a 5 di Serie …