Home Calcio Derby sofferto, il Bocale ringrazia Brancati e batte il Gallico Catona

Derby sofferto, il Bocale ringrazia Brancati e batte il Gallico Catona

12 min. di lettura
0
0
L’esultanza di Brancati

Dopo 34 giorni di attesa il Bocale ADMO torna ad assaporare il piacevole gusto della vittoria, battendo per 1-0 il Gallico Catona in un derby sofferto fino al 95′. La squadra di Laface gioca un gran primo tempo, trova il vantaggio con Brancati ma spreca molte palle-gol per chiudere la contesa in anticipo; nella ripresa gli ospiti vengono fuori alla distanza, approfittando dell’uomo in più scaturito dal doppio giallo ricevuto da Guerrisi. Nei venti minuti finali accade di tutto, con Parisi costretto agli straordinari, compreso un calcio di rigore respinto all’ex Crisalli. Mister Laface conferma l’assetto delle ultime settimane cambiando alcuni uomini: davanti a Parisi linea a quattro con Wojcik e Favasuli terzini, Brancati e Pepe coppia centrale; a centrocampo operano Etevenaux e Guerrisi con Serrago a sinistra e Gatto a destra, mentre in attacco confermati Secondi e Achaval. Prima del calcio d’inizio, un sentitissimo minuto di silenzio per ricordare Antonino Candido, il Vigile del Fuoco reggino tragicamente scomparso ad Alessandria. Inizio gara condizionato dal forte vento e brevi scrosci di pioggia. Etevenaux all’8′ prova a sfruttare la spinta imposta dal dio Eolo calciando dalla distanza, palla a lato di poco. Un minuto dopo il Bocale reclama un calcio di rigore per una trattenuta vistosa da parte dell’ex Calarco su Secondi, ma il direttore di gara, Caruso di Viterbo, sanziona un fallo in attacco del capitano biancorosso. La squadra di Laface insiste maggiormente stazionando nella metà campo ospite; i rossoblù invece faticano ad arrivare dalle parti di Parisi. Al 28′ corner per il Bocale, Etevenaux trova sul primo palo Pasquale Brancati che devia di testa verso l’angolo lontano, portando in vantaggio i padroni di casa; per il difensore si tratta del primo gol stagionale. Due minuti più tardi punizione per i biancorossi da circa quaranta metri, Etevenaux cerca il bersaglio grosso con un fendente che esce di poco oltre l’incrocio dei pali; sarebbe stato il gol dell’anno. Al 32′ tiro-cross di Favasuli che spinto dal vento mette in difficoltà Pratticò, costretto ad alzarlo oltre la traversa; al 38′ gran numero di Serrago a sinistra, traversone per Achaval che incorna bene ma sfiora il palo. Il forcing del Bocale a caccia del raddoppio prosegue incessante: 44′, traversone di Favasuli e Secondi di testa devia appena la sfera, non riuscendo a girarla verso la porta; 47′, Achaval arretra fino a metà campo per conquistarsi un pallone, vede lo scatto a destra di Etevenaux e lo serve, l’ex Belgrano spara al volo di destro e Pratticò è costretto ad una grande parata deviando oltre la traversa un pallone destinato in rete. Il primo tempo si chiude con il Bocale in vantaggio di una rete, nonostante le numerose palle-gol create.
In avvio di ripresa la squadra di Laface potrebbe chiudere l’incontro dopo meno di un minuto: cross di Serrago, Secondi calcia al volo cercando di piazzarla nell’angolino ma la sfera fa la barba al palo. Durante il riposo il tecnico biancorosso ha operato il primo cambio inserendo Megale al posto dell’infortunato Wojcik. Al 12′ Gatto va a caccia del secondo gol consecutivo dopo quello segnato a Scalea, ma il suo sinistro teso, leggermente deviato da un difensore, sorvola la traversa per una manciata di centimetri. Al 14′ corner per il Gallico Catona, palla lunga sul secondo palo, Ferrato, in campo da un minuto, la mette a terra e calcia da posizione defilata, Parisi blocca il tiro sul primo palo. Il portiere biancorosso, dopo un primo tempo quasi da spettatore, è adesso chiamato a farsi trovare pronto, come avviene al 20′: cross basso di Cormaci, Pepe spazza, Heiz arriva in corsa e calcia forte da distanza ravvicinata, Parisi respinge d’istinto mandando la sfera in angolo. Al 23′ Laface inserisce Keita al posto di Gatto e due minuti più tardi si arriva nuovamente ad un passo dal raddoppio: Guerrisi si esibisce in una discesa poderosa e giunto sul fondo pennella verso il cuore dell’area dove Serrago calcia al volo mandando il pallone oltre la traversa. Come spesso accade nel calcio, basta un episodio per cambiare l’inerzia di una partita: sull’azione successiva lo stesso Guerrisi interviene fallosamente su Cormaci e il centrocampista del Bocale, autore di una grande prestazione, già sanzionato in precedenza per un fallo tattico commesso per coprire una ‘falla’, lascia i suoi in dieci uomini per i restanti venti minuti più recupero. Al 37′ Crisalli si procura un calcio di rigore: l’ex attaccante dell’Hinterreggio spara centralmente e il suo vecchio compagno proprio in biancoazzurro Gabriele Parisi intercetta il pallone con i piedi; sulla respinta Ferrato si coordina male spedendo in acrobazia la sfera oltre la traversa. Sospiro di sollievo per il Bocale che al 41′ potrebbe addirittura chiudere la partita: corner di Candido, stacco in anticipo di Secondi e Pratticò, preso in controtempo, riesce con la punta delle dita a deviare la sfera oltre il palo, evitando un gol quasi in fotocopia rispetto alla rete di Brancati. L’assedio del Gallico Catona prosegue nei restanti minuti regolamentari più i cinque di recupero; l’altro ex Carmelo Moio è entrato benissimo in partita e semina lo scompiglio, prima calciando quasi a botta sicura, tiro murato da Pepe, poi servendo un cross che Crisalli prova a girare con la punta del piede verso Parisi, sicura la presa del portiere di Laface. Dopo cinque minuti di recupero esplode la gioia del Bocale che torna a vincere dopo Sambiase, un mese fa; si tratta inoltre della seconda vittoria interna in cinque partite, necessaria per risollevare la testa e guardare con ottimismo al futuro.

Bocale ADMO-Gallico Catona 1-0
Bocale ADMO: Parisi, Favasuli, Wojcik (1’st Megale), Guerrisi, Pepe, Brancati, Secondi, Gatto (23’st Keita), Achaval (35’st Puccinelli), Etevenaux (26’st Candido), Serrago (39’st Mochi). A disposizione: Stillitano, Nucera, Scaramozzino, Vono. All. Laface.
Gallico Catona: Pratticò, Bellè (48’st Petcu), Di Giacomantonio (28’st Moio), Cormaci, Calarco, Giu. Marcianò, Demba (12’st Ferrato), Gioia, Heiz (22’st Crisalli), Violante, Sottilotta (35’st Fulco). A disposizione: Pizzimenti, Gio. Marcianò, Franco, Tamiro. All. Condello (squalificato, in panchina Ferri).
Arbitro: Caruso di Viterbo; assistenti Di Giuseppe e Romeo di Reggio Calabria.
Marcatore: 28’pt Brancati.
Espulso: al 26’st Guerrisi (B) per doppia ammonizione.

Uff. stampa
Bocale ADMO

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Il Giove dice basta: “Arbitri non degni di chiamarsi tali”

Ora diciamo basta!!! Dopo l’ennesima direzione arbitrale da HORROR, non riusciamo più a st…