Home Calcio Francesco Sestito è sempre sul pezzo: “Annata di Cotronei indimenticabile, ora valuto un progetto ambizioso”

Francesco Sestito è sempre sul pezzo: “Annata di Cotronei indimenticabile, ora valuto un progetto ambizioso”

7 min. di lettura
0
0
Francesco Sestito

Francesco Sestito, portiere classe 1989, cutrese doc, dodici campionati di eccellenza alle spalle e tanta voglia di ricominciare. Abbiamo incontrato l’estremo difensore, che si sta alleando duramente per farsi trovare pronto dopo le vacanze, e gli abbiamo chiesto cosa nel pensa del periodo che ormai ci siamo lasciati alle spalle, ma abbiamo anche ripercorso la sua carriera e, dulcis in fundo, abbiamo cercato di capire dove giocherà nella prossima stagione.

Quattro mesi senza calcio, giovedì le decisioni della Lega Nazionale Dilettanti sui verdetti. Come hai vissuto questo lungo periodo e cosa ne pensi della scelta su promozioni e retrocessioni?
È stato veramente un periodo brutto per tutti, io ho passato questi mesi guardando film e facendo allenamento a casa… Per quanto riguarda le scelte della lega nazionale dilettanti, penso che sia giusto far salire le prime in classifica, come è giusto non far reteocedere nessuno viste le sei giornate rimanenti, però, era una scelta che doveva partire dall’eccellenza in giù e non dalla promozione. Così, hanno solo penalizzato il Trebisacce fanalino di coda e non mi sembra una cosa giusta. Auguro, comunque, una pronta risalita a loro, perché meritano come piazza e come società.

Undici anni nel massimo campionato regionale di eccellenza, ma ancora tanto da offrire vista anche l’età. Se guardi indietro cosa ti viene in mente e come vedi, invece, il tuo futuro prossimo?
Si, tantissimi anni ed ancora posso dare tanto, guardando indietro forse ho fatto qualche errore. Oggi come oggi me ne pento amaramente su qualche scelta fatta, però, mi è servita a crescere e a maturare sotto l’aspetto umano. Spero in un futuro più roseo e spero che mi offrirà qualcosa di migliore.

Tra le tante esperienze importanti e ricche di soddisfazioni ci sono sicuramente i dieci anni di Cutro, essendo anche del posto, ma concordi con noi che l’annata di Cotronei in eccellenza è stata speciale, forse oltre le aspettative?
Non si possono dimenticare gli anni di Cutro, sicuramente, ricchi di stupende soddisfazioni e anche di delusioni, però, sempre ricordi che non andranno mai via dalla mente e che porterò sempre con me. L’annata di Cotronei è stata speciale in tutto, nessuno degli addetti ai lavori pensava in un campionato del genere eppure abbiamo ottenuto un secondo posto, una finale play off e una finale di Coppa Italia persa con il Locri, annata al di sopra delle aspettative, indimenticabile.

Sicuramente starai vagliando le opportunità che ti si stanno presentando, anticipa qualcosa ai nostri lettori. Dove ti vedremo nella prossima stagione calcistica?
E’ ancora prematuro, anche perché le società, dopo la decisione della LND, stanno cercando di riorganizzarsi, anche se qualcuno si sta già muovendo. Non so ancora nulla, aspetto alla finestra per vedere cosa esce d’importante e poi fare la scelta migliore per me. Sono una persona professionale e seria, quindi valuto un progetto sano con ambizioni, inoltre, mi sto allenando come ho sempre fatto.
Ringrazio Calabriadilettanti per l’intervista, è sempre un piacere per me, come sempre molto cordiali e gentili.

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Cittanovese, mister Infantino: “Ci prepariamo al ritorno in campo”

La sospensione del torneo interregionale non ha intaccato il programma di allenamenti del …