Home Calcio I gol di Francesco Petrone per le ambizioni del Sersale

I gol di Francesco Petrone per le ambizioni del Sersale

8 min. di lettura
0
0

In esclusiva per Calabriadilettanti, l’intervista a Francesco Petrone, numero nove del Sersale. Ha iniziato la stagione a Locri, poi il passaggio in giallorosso nel mercato di riparazione. Ha sostituito il bomber Russo come meglio non si poteva, ma anche lui ha dimostrato di non essere da meno, risultando spesso letale in zona gol, già quattro i centri con la nuova maglia.

Il 6 Agosto 2019 vieni annunciato dal Locri, che torna in eccellenza dopo la retrocessione dalla serie D ed un’estate abbastanza tribolata. Segni due gol in amaranto, la prima nel 3-0 al Bocale, la seconda nello 0-4 a Bovalino. Raccontaci la tua esperienza alle dipendenze di Scorrano e la scelta di Locri.
Per me è stata un’estate un po’ all’insegna della confusione, diciamo, perché ho avuto la fortuna di essere chiamato da molte squadre, non solo calabresi, ma anche di fuori. Dopo essermi preso un po’ di tempo, e valutando tante situazioni, ho deciso di firmare a Locri perché per me, nonostante non sia andata magari nel migliore dei modi, era, è e sarà sempre una delle piazze più ambite in ambito calcistico dilettantistico qui in Calabria. Quindi, perché precludersi una possibilità?!

A Dicembre arriva la chiamata del Sersale ed accetti di tornare in giallorosso, dove eri già stato, consapevole di trovare un gruppo forte, che si sta comportando benissimo nel massimo campionato regionale. Perchè hai accettato nuovamente Sersale?
Venivo, purtroppo, da un momento in cui per vari motivi non mi sentivo di aver dato quello che potevo dare e riflettendoci dovevo cambiare aria per poter cercare di dare una svolta in positivo alla mia stagione.
Ho avuto la fortuna di essere chiamato dal Sersale, piazza dove avevo già giocato in serie D, e non c’ho pensato due volte, non c’ho pensato due volte perché anche conoscevo l’ambiente, tutto quello che circondava la squadra e soprattutto perchè mi piaceva il modo in cui il mister la faceva girare.

Sono già quattro i gol messi a segno, anche se nessuno è valso i tre punti. Come stai vivendo questa esperienza e cosa ti aspetti da qui al termine della stagione?
Spero di continuare così, anzi no, spero di fare meglio per poter aiutare la squadra a raggiungere un obiettivo. Ci alleniamo ogni giorno con tanta intensità, tanta voglia, in queste partite il signor calcio ci ha tolto, vuoi per demerito nostro, vuoi per merito degli avversari, però penso che se si lavora così duro dovremmo pur raccogliere i frutti.

Inutile negare che sei stato cercato anche a causa dell’infortunio di Antonio Russo, che fino ad un certo punto stava monopolizzando l’interesse del calcio dilettantistico calabrese a suon di reti. Quando rientrerà, pensi di poter giocare con lui in coppia o credi che l’attuale modulo con una sola punta centrale sia la scelta migliore per il Sersale?
Ho un rapporto davvero bellissimo con il bomber, perché prima di essere un grande giocatore, per me è un fratello. Consigli, pacche sulle spalle e sempre una parola di incoraggiamento. Mi dispiace per l’infortunio, ma recupererà alla grande, ne sono sicuro.
Non ho mai pensato da quando sono arrivato a moduli e robe varie, perché noi abbiamo una grande forza che è il gruppo. Noi dobbiamo solo entrare in campo e lottare l’un per l’altro come stiamo facendo poi, per il resto, ci penserà il mister.

Domenica arriva la Morrone, come vi state preparando a questa sfida d’alta quota e cosa vi siete detti nello spogliatoio in questo periodo meno brillante della prima parte, seppur non avete perso grande distacco dalle battistrada?
Indipendentemente contro chi si va a giocare la domenica noi, durante la settimana, ci alleniamo sempre con grande intensità, tanta positività e senso di appartenenza! Per quando riguarda domenica, incontriamo la Morrone che sta facendo benissimo, quindi mi auguro che sia una bella domenica calcistica e che vinca la migliore!

La presentazione ufficiale di Francesco Petrone
Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

L’Amendolara fa undici su undici ed è campione d’inverno

di FILIPPO FARALDI – La capolista vince facile contro il modesto Cropalati e si laur…