Home Calcio Il Rocca Calcio saluta il proprio pubblico con una sconfitta

Il Rocca Calcio saluta il proprio pubblico con una sconfitta

7 min. di lettura
0
0

Di Filippo Faraldi – Il Rocca Calcio si congeda dal proprio pubblico con una sconfitta indolore visto che i playoff sono andati persi nelle partite precedenti. Il Real Montalto realizza tre reti, una ad inizio match, la seconda dopo la mezzora, mentre la terza sul fischio finale. La cronaca dice questo, 3’ il Real Montalto passa, triangolazione perfetta palla all’accorrente Bha , il n. 2 avversario calcia al volo spedendo la palla all’incrocio dei pali alla destra dell’incolpevole Ciriaco. Passano 2’ e lo stesso Ciriaco si supera deviando in corner un calcio piazzato maligno. All’8’ ci prova la squadra di casa, purtroppo i ragazzi di mister Vitale non sfruttano adeguatamente un lancio dalle retrovie, Russo si fa anticipare dall’estremo difensore Marino. Al 10’ è la volta di Rotondaro, ma il portiere avversario para senza problemi. Al 13’ il calcio piazzato di Ripa finisce abbondantemente alto sopra la traversa. Verso il 22’ Ciriaco compie il secondo miracolo, gli ospiti recriminano , potevano portarsi sul 2 a 0. Passa 1’ e il Real Montalto va vicinissimo al 2 a 0 su azione da corner. Fino alla mezz’ora la squadra di casa riesce a controllare il match con pregevoli fraseggi , però senza concretizzare. Il Real Montalto capisce che oggi è la sua giornata, difatti, al 34’ capitalizza, il Rocca Calcio perde palla nella metà campo avversaria, i ragazzi di mister Cipparrone partono in contropiede e arrivati in area rocchese realizzano con Lanzillotta. Al 40’ la squadra di casa potrebbe accorciare le distanze, ma il tiro di Ripa esce di un soffio alla destra del portiere Marino. Ciriaco atto terzo, siamo al 41’ l’estremo difensore rocchese devia con decisione un tiro di Lanzillotta da due passi, poteva valere il 3 a 0 per gli ospiti. Al 43’ la squadra di casa recrimina nei confronti dell’arbitro reo di aver fischiato un offside alquanto dubbio, Berlingieri nonostante ciò perveniva al tiro mettendo in difficoltà il portiere ospite. Dopo 1’ di recupero il sig. Montalto fischia la fine del primo tempo. Nella ripresa per vedere un tiro bisogna aspettare l’11’ l’autore è il n. 7 Staffa del Real Montalto, la sfera finisce abbondantemente sopra la traversa. Nel giro di 1’ è Ripa a provarci , ma i suoi tiri finiscono fuori dalla traiettoria della porta avversaria. Al 17’ il n. 3 Gnisci va vicino alla terza marcatura. Al 22’ il neo entrato Tenuta manda fuori da pochi passi. Al 24’ ci prova Berlingieri, ma il suo tiro finisce fuori. Al 28’ Ripa calcia la palla in orbita stellare. A 5′ dalla fine viene allontanato mister Vitale per proteste . Al 45’ il direttore di gara concede cinque minuti di recupero, proprio all’ultimo minuto il Real Montalto realizza la terza marcatura, l’autore è Tenuta, il n. 15 realizza a porta sguarnita. Arriva il triplice fischio. Il Rocca Calcio nonostante la sconfitta casalinga chiude con un’onorevole quarto posto, peccato per i playoff persi per strada.

Rocca Calcio-Real Montalto 0-3
Rocca Calcio: Ciriaco; Bellino, Guerra (37’ st Santo), Rotondaro, Amerise; Berardi, Basile, Berlingieri, Bellitti (15’ st Martino); Russo (27’ st Coulibaly), Ripa. In panchina: Costa; Decaro, Sicolo. All.: Vitale
Real Montalto: Marino; Bha, Gnisci, Di Finizio, Scarlato; Baulè, Staffa, Merli (15’ st Benvenuto), Federico (21’ st Tenuta); Altomare, Lanzillotta (39’ st Basta). In panchina: Corsi; Albano, Lam, Celebre, Capano, Starna. All.: Cipparrone
Arbitro: Montalto di Rossano
Marcatori: 3’ pt Bha; 34’ pt Lanzillotta; 45+5 st Tenuta (R.M.)
Note: 35 spettatori circa. Ammoniti: Berlingieri, Ripa, Bellitti, Santo (R.C.). Angoli: 2-2. Recupero: 1’ pt; 5’ st

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Atletico Rogliano, Altomare e Monaco sono rossoneri

Alessandro Altomare è un nuovo giocatore dell’Atletico Rogliano 2018. Dunque il dife…