Home Calcio Infinita Trebisacce-Reggiomed, pari ospite dopo nove di recupero

Infinita Trebisacce-Reggiomed, pari ospite dopo nove di recupero

7 min. di lettura
0
0

di FILIPPO FARALDI – La Reggiomediterranea agguanta il pari sul fischio finale grazie ad una splendida rete del n. 10 Ancione. Per i locali resta l’amaro in bocca, il recupero oltre 9′ ha dato la possibilità di pareggio agli ospiti.
Riavvolgiamo il nastro del match: al 2′ Calderaro si supera togliendo la sfera che si stava insaccando all’incrocio dei pali. Passa 1′ e gli ospiti si divorano l’1 a 0 con il n. 8 Vitale. Al 9′ la Reggiomediterranea si divora l’1 a 0 dopo aver imbastito un’azione ad hoc.
Nel momento migliore della Reggiomediterranea è il Trebisacce a staccare il pass realizzando l’1 a 0: 14′ azione manovrata sulla sinistra, la sfera arriva a Bria che di testa fredda il portiere ospite Marino.
Festa grande sugli spalti. Dal 17′ al 27′ gli ospiti racimolano tre corner senza sfruttarne uno adeguatamente. Verso la mezzora Calderaro compie un’uscita provvidenziale.
Al 38′ Marino portiere della Reggiomediterranea effettua una parata centrale. Nel recupero della prima frazione di gioco la difesa di casa riesce a salvare sulla linea un’offensiva ospite.
Dopo tre di recupero si chiude il primo tempo. Nella ripresa è sempre la squadra ospite a spingere sull’acceleratore, difatti, Calderaro deve metterci una pezza per salvare il risultato momentaneo dell’1 a 0, siamo al 7′.
Al 12′ arriva il pari degli ospiti: il n. 2 Gambi mette in mezzo e Piemontese devia la sfera in rete. Al 18′ la Reggiomediterranea non imbastisce nel modo migliore un’azione che poteva portare al vantaggio.
Al 20′ Piemontese ci prova, ma Calderaro compie un miracolo. Passano 2′ e il Trebisacce si porta in vantaggio: Naglieri effettua un bellissimo cross, la sfera arriva a Galantucci, il capitano calcia teso e forte facendo andare la sfera prima sul palo e poi in rete. Durante l’esultanza lo stesso Galantucci provoca i propri tifosi, questi non la mandano giù e cercano di oltrepassare la recinzione che delimita il campo per rimproverare il proprio capitano, il sig. Cortale ferma il gioco per una decina di minuti; prima della ripresa del gioco mister Presta abbandona la panchina per protesta nei confronti del proprio pubblico.
La Reggiomediterranea a testa bassa prova a riagguantare il pari, ma riesce a racimolare solo corner. Al 41′ altro salvataggio sulla linea del Trebisacce. Arrivati al 45′ l’arbitro concede 8′ di recupero che diventeranno nove per perdita di tempo e proprio all’ultimo secondo prima del fischio finale arriva la doccia fredda per il Trebisacce firmata da Ancione.

TREBISACCE-REGGIOMEDITERRANEA 2-2
TREBISACCE: Calderaro 7,5; Campana 6, Ferrarese 6, Bria 6,5, Romio 6; Coppola 6, Alassani sv (15′ pt Federico 6, 18′ st Orlando 5), De Paola 6, Galantucci 7; Naglieri 6,5, Gattabria 6 (38′ st Roland 6). In panchina: Amerise, Montilli, Proto, Miniaci, Santarcangelo. All.: Presta
REGGIOMEDITERRANEA: Marino 6,5; Gambi 6,5 (40′ st Lancia sv), Furci 6 (14′ st Iacono 6), Currò 6, Taverniti 6,5; Cucinotti 6,5, Criniti 6 (46′ st Postorino sv), Vitale 6, Piemontese 7; Ancione 7,5, Saba 6. In panchina: Bagnato, Iacono, Foti, Cento, Sapone, D’Alloro, Nicolò. All.: Misiti
Arbitro: Cortale di Locri ( Zappino – Galluzzo)
Marcatori: 14′ pt Bria (T); 12′ st Piemontese (R); 22′ st Galantucci (T); 54′ st Ancione (R).
Note: 70 spettatori circa. Ammoniti: Ferrarese, Galantucci, Naglieri e Presta (T); Cucinotti, Vitale, Piemontese (R). Angoli: 0 – 10. Recupero: 3′ pt; 9′ st

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Catona, una famiglia vincente: Fortugno guiderà la squadra in prima categoria

Parte nel 2013 l’avventura di un gruppo di uomini che vogliono contribuire a scriver…