Home Beach Soccer L’Italia sbatte sui pali, l’Uruguay vince 4-3

L’Italia sbatte sui pali, l’Uruguay vince 4-3

7 min. di lettura
0
0

L’Italia dopo il bel successo dell’esordio inciampa nella seconda partita del girone dei Mondiali in corso in Paraguay. Nel rettangolo di sabbia dell’Estadio Mundialista “Los Pynandi” di Asuncion un Uruguay cinico strappa una vittoria per 4-3 ad un’Italia sfortunata. Gli Azzurri hanno colpito ben cinque pali due volte con Gori, una con Palmacci e infine con la conclusione di Josep Jr che ha impattato sulla parte interna dei due legni senza che la sfera superasse la linea immaginaria di porta. L’andamento del primo tempo non lasciava presagire ciò che sarebbe successo dopo. Azzurri subito in vantaggio grazie ad un assist di Ramacciotti, Gori deve solo spingere la sfera in rete. Qualche tiro libero di troppo concesso ai sudamericani che ne sfruttano uno con Laens. Ma non passa nemmeno un minuto e l’attaccante viareggino Gori in rovesciata riporta l’Italia avanti. Nella ripresa l’Italia si fa infilare da due contropiedi uruguayani bravi a trasformare in gol le uniche occasioni concesse dagli azzurri. Al 5’ e all’8 Costa e Laduche ribaltano la partita. La squadra di Del Duca reagisce ma sbatte contro i legni con Gori e Palmacci e infine Zurlo e ancora Gori impegnano severamente il portiere avversario che sembra in serata di grazia. Ormai l’Uruguay non prova più neanche ad attaccare, si difende e sfrutta i varchi lasciati dagli azzurri protesi alla ricerca del pari. Così al 3’ dell’ultima frazione Miranda porta a quattro le reti dei suoi, un doppio vantaggio che non abbatte l’Italia ma la scuote ancora di più. Nei minuti restanti del match si assiste a un assedio azzurro, un tiro di Gori si stampa sul palo, Josep jr vede la sua conclusione ballare sulla linea di porta dopo aver impattato entrambi i legni, Ramacciotti non inquadra la porta da pochi centimetri e solo a pochi secondi dal fischio finale Gori accorcia le distanze su tiro libero ma è troppo tardi. Per l’acrobata della sabbia Gabriele Gori ora sono otto le reti nella competizione, 284 in azzurro, 75 nel 2019, 34 ai Mondiali. Con questa sconfitta e con il successo di Tahiti sul Messico nell’altra partita del girone la classifica si complica. L’Italia deve vincere con il Messico e deve farlo con il margine più ampio possibile perché in caso di arrivo a parità di punti con Uruguay e Tahiti conta la differenza reti complessiva del girone. L’ultima decisiva partita del girone con il Messico è in programma lunedì alle 20.15 in diretta su Sky Sport 1 e Sky Sport Collection, sul sito web di RaiSport e in differita alle 0.15 su RaiSportHD.

URUGUAY-ITALIA 4-3 (1-2; 2-0; 1-1)
Uruguay: Sebe, Guerrero, Costa, Dutra, Cabrera, Quinta, Cazet, Laens, Capurro, Bella, Miranda, Laduche (Cap.). All: Miguel
Italia: Del Mestre, Carpita, Corosiniti (Cap.), Frainetti, Chiavaro, Frainetti, Marinai, Josep Jr, Percia Montani, Palmacci, Zurlo, Gori. All: Emiliano Del Duca
Arbitri: Hany Farouk (Egi), Ebrahim Almansory (UAE) e Adil Ouchker (Mar)
Marcatori: 3’04” Gori (I) 6’10” Laens (U) 6’39” Gori (I) 16’45” Costa (U) 19’08” Laduche (U) 26’49” Miranda (U) 35’48” Gori (I)

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Beach Soccer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Prima Categoria, risultati e marcatori della 12° giornata (11° gir. D)

Si sono disputate le gare della dodicesima giornata del campionato di Prima Categoria (11°…