Home Calcio Morrone, Ferraro e Nagore invocano un’immediata inversione di marcia

Morrone, Ferraro e Nagore invocano un’immediata inversione di marcia

6 min. di lettura
0
0

Luca Ferraro e Mariano Nagore invocano un’immediata inversione di marcia. Dopo essere giunta in zona playoff, la Morrone in campionato è incappata in due pesanti sconfitte consecutive. La prima al cospetto dei suoi sostenitori con il Cotronei, la seconda a Lamezia Terme. «Con il Bocale dobbiamo assolutamente tornare alla vittoria – evidenzia il centravanti – Sono molto concentrato affinché ciò avvenga e darò il massimo negli allenamenti settimanali». Gli fa eco il collega, non pienamente soddisfatto della posizione in classifica dei granata. «La squadra ha qualità tali da poter occupare zone più interessanti – spiega il regista – Dobbiamo fare di più nonostante l’avvio della stagione sia stato positivo. Il Bocale è una formazione migliorata tantissimo negli ultimi tempi. Ci sarà, pertanto, da stare molto attenti».
TRA MATE E TANGO. Nagore, argentino di Santa Fe, è una delle sorprese della Morrone. Tesserato dal club in estate, è diventato fin dal primo istante un titolare della formazione allenata da Lorenzo Stranges. Playmaker dotato di grande forza fisica e dinamismo, non disdegna neppure le sortite offensive. Due gol e altrettanti assist sfornati, lo
promuovono agli occhi degli amanti delle statistiche. «A Cosenza sto bene, la città mi piace – evidenzia – Mi trovo in una società perfetta, molto attenta alle nostre esigenze. I gol? Mi piace portarmi nei pressi della porta avversaria, pur rimanendo io un elemento prettamente difensivo». Le differenze con il Sud America sono marcate e non esita ad evidenziarle. «Mi aspettavo un calcio più simile a quello del mio paese – sintetizza – Non posso giocare come piace a me o entrare duro perché gli arbitri mi ammoniscono subito. Stranges? Cura ogni piccolo dettaglio e se siamo un
buon collettivo è merito suo. Parla tanto con i calciatori e noi sappiamo che possiamo rivolgerci al nostro allenatore quando vogliamo».
PARLARE CON I GOL. Ferraro è il finalizzatore della Morrone. Cinque centri e tre passaggi vincenti garantiti ai compagni sono il suo score in due mesi e mezzo di Eccellenza. «E’ stato finora un torneo livellato e il nostro momento negativo lo hanno attraversato anche altre compagini – spiega – Ognuno di noi si è posto delle domande, perché con ogni probabilità non abbiamo dato il massimo. Tutte le squadre sono molto organizzate e non esistono risultati scontati». La voglia di maturare in fretta si capta facilmente dalle parole del bomber granata. «Il mio campionato è condizionato dai risultati collettivi. Nel senso che quando ho fatto gol siamo andati bene, poi però sono mancato in alcune circostanze e le cose sono cambiate. Non sono contento del bottino fin qui conseguito, ma siamo un gruppo giovane e stiamo facendo esperienza. Sono del parere che ci manchi qualche punto considerando le nostre buone prestazioni».

Uff. stampa
ACD Morrone

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Prima Categoria, risultati e marcatori della 13° giornata (12° gir. D)

Si sono disputate le gare della tredicesima giornata del campionato di Prima Categoria (12…