Home Calcio Piazza Grande stila i numeri di Rossanese, Vill. Europa e Brutium CS

Piazza Grande stila i numeri di Rossanese, Vill. Europa e Brutium CS

9 min. di lettura
0
0

VILLAGGIO EUROPA – Se c’è una squadra che finora ha esaltato i propri tifosi, tanto per risultati quanto per gioco espresso, questa è il Villaggio Europa guidata dal tecnico Eugenio Micieli. Prima forza del campionato di prima categoria girone A, seconda miglior difesa del campionato con 19 gol subiti – una sola lunghezza dietro il San Giacomo – forza assoluta in attacco con 52 reti all’attivo. Nella squadra dove signoreggiano i bomber Ramunno e R. Prete, è però Piero Nicoletti il capocannoniere grazie alle dodici realizzazioni. In campionato le furie bianco verdi si stanno dimostrando un rullo compressore: diciassette successi, due pareggi ed una sola sconfitta arrivata a San Giovanni in Fiore contro lo Stelle Azzurre. A otto giornate dal termine Bartucci e compagni guidano la graduatoria con undici lunghezze proprio sul New Accademy San Giacomo che ad essere sinceri, all’inizio sembrava potesse impensierire il percorso dei rendesi, ma con il proseguo del campionato la squadra di coach Micieli ha dimostrato di essere la più forte in assoluto, meritando l’eventuale salto di categoria superiore. Anche i giocatori del Villaggio Europa, sui propri profili Instagram, si sono uniti all’appello #restaacasa, pubblicando diversi simpatici video su allenamenti domestici.

BRUTIUM COSENZA – Diamo qualche numero, della stagione rossoblù. La squadra di Teobaldo Del Morgine è attualmente al quinto posto in classifica, a quota trentacinque con venti gare giocate. Terza e quarta, Montalto e Mangone a quota trentasei hanno disputato una partita in più. La formazione del direttore generale Cristian Catanzaro ha vinto dieci incontri, cinque i pareggi, altrettante le sconfitte. Non una formazione prettamente casalinga, sedici i punti ottenuti in casa, tra Castiglione e Montalto, diciannove quelli conquistati in trasferta. Trentanove i gol fatti, venticinque le reti subite. Allenamenti sospesi, visto la situazione di forte emergenza sanitaria che ha colpito ormai tutta la nazione. Prevenzione e tutela della salute, magari con qualche allenamento in casa. Un altro calcio è possibile, ma prima la salute! Questo l’attuale motto in casa Brutium Cosenza.

ROSSANESE – Il mondo del calcio, purtroppo, si sta fermando ad ogni latitudine del Globo. Dall’Italia al Brasile è tutto sospeso, solo in Australia si gioca ancora ma dal prossimo turno si adotteranno le porte chiuse. Anche gli Europei, in programma a giugno, sarebbero stati rinviti di un anno. Il virus si espande a macchia d’olio senza risparmiare nessuno. Non ci sono immuni, l’economia è in caduta libera, i grandi del Pianeta sono tutti all’opera per contenere questo avversario invisibile. In questo momento, riprendere un campionato di calcio o qualsiasi altra manifestazione sportiva è l’ultimo dei problemi, perché ora c’è da tutelare la salute, c’è da evitare che i vari Paesi sprofondano ma c’è anche da pensare positivo e da rispettare le raccomandazioni che vengono quotidianamente impartite.Noi dobbiamo stare a casa e in questo tempo, tra smart working e qualche serie tv, fa anche bene ripercorrere, per svagare un po’, quello che è stato il cammino della Rossanese fino alla giornata numero 24, quando il torneo di promozione è stato bruscamente interrotto e rinviato a data da destinarsi.Il cammino della squadra allenata da Luca Aloisi ripartirà da un bottino di 54 punti all’attivo, con una media di 2,25 ad incontro. In tutto, le vittorie sono state ben 17 (71%), 3 i pareggi (12%) e 4 le sconfitte (17%). Lo “Stefano Rizzo” rimane fortino inespugnabile, con il solo San Fili ad aver portato via punti dall’impianto di Viale Sant’Angelo. Spettacolare fu il 5 a 5 maturato, con gli ospiti allenati da Burgo che fecero un figurone.Diverso il discorso in trasferta. Gli stop esterni, 3 su 4 arrivati a sorpresa, hanno decretato il distacco che i bizantini pagano dalla capolista Belvedere. Le lunghezze di ritardo sono 4 e tolta la sconfitta proprio in casa della squadra tirrenica, pesano le disfatte imposte dal Real Sant’Agata, dalla Juvenilia e dalla Garibaldina.Da contraltare, però, fanno le vittorie conquistate ad Acri e a Praia, ultima in ordine di tempo con Rizzo match winner e Vulcano a fermare Petrone dal dischetto, senza dimenticare l’epico trionfo ai danni del Belvedere ottenuto a Rossano in 9 uomini ed arrivato in pieno recupero.Detto quello che è stato, adesso si attende solo che tutto possa riprendere. Non può piovere per sempre!

Articolo a cura 
di Cristiano Lifrieri

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Seconda Categoria girone E, la classifica cannonieri finale

Con lo stop definitivo dei campionati dilettantistici, è andato il archivio il girone E de…