Home Beach Soccer Roberta Giuliano tra futsal e beach soccer: “Non importa che campo sia, io entro e gioco!”

Roberta Giuliano tra futsal e beach soccer: “Non importa che campo sia, io entro e gioco!”

4 min. di lettura
0
0

Roberta Giuliano da Carini (PA) classe ’89, ex giocatrice di calcio a 11, attualmente calcettista di valore assoluto capace di segnare più di 60 reti nell’ultimo triennio calcistico; appena rientrata dalla Croazia, per il quadrangolare con la Nazionale Italiana di calcio a 5, dove l’Italia domina e vince il torneo. Ma ancora niente vacanze per l’atleta siciliana, ora tocca al beach soccer! Nell’agenda della pivot il Campionato Italiano di beach soccer dal 1° al 4 agosto a Giugliano (NA) dove indosserà la maglia firmata Lokrians!
Nell’attesa di vederla in azione abbiamo chiesto a Roberta alcune considerazioni a livello tecnico e personale:
Torni dalla Croazia con una bella esperienza, oltre che con una vittoria! Ma questo carico di adrenalina dovrai usarlo tra poco con il team calabrese del Lokrians, una società con cui hai già avuto a che fare in passato… Come hai accolto la proposta del DS De Leo? E soprattutto quali sono le tue aspettative per questo imminente campionato di beach soccer?
Vincere il primo trofeo con la nazionale di calcio a 5 è una cosa abbastanza emozionante e ha la sua importanza. Solo vincendo puoi scrivere la storia e noi stiamo provando a scriverla!
Ho avuto rapporti in passato col Ds Valentina De Leo grazie al club del Locri, dove ho trascorso 2 anni e da lì si è creato e mantenuto un rapporto di rispetto e stima, nonostante le strade si siano separate. Adesso De Leo ha allestito una squadra di beach con i presupposti per fare bene. Ringrazio la società per avermi contattato e spero che questo connubio ci porti a vincere qualcosa insieme. Ovviamente le aspettative nei confronti del beach sono sempre le stesse!
Da tempo giochi ormai spesso lontano da casa. Sei una calcettista di serie A, nazionale e ora riprendi con il beach soccer. Quanto è dura star lontano dalla propria terra e dai propri affetti?
Ormai sono più di 10 anni che sono costretta a stare fuori casa per amore e bisogno di questo sport… Non posso certo lamentarmi del trattamento riservatomi da parte di tutte le società con cui ho avuto e preso accordi, ma casa tua è casa tua: tua madre, tuo padre e i tuoi fratelli sono insostituibili.
Possiamo dire che sei un’atleta “polipallone”, ma che effetto fa passare dal futsal al beach soccer e viceversa?
Io ho una malattia da quando sono piccola, quella del “pallone” e non importa che campo sia… Io entro e gioco!

Grazie a Roberta Giuliano e a presto per questo campionato italiano di beach soccer con l’augurio di entrare, giocare e vincere!

Ufficio Stampa
Lokrians B.C.

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Beach Soccer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Cataforio, avanza la linea verde: conferma per Campolo ed i due Laganà

Con l’intento principe di valorizzare i propri giovani, il Cataforio, fucina di tale…