Home Calcio Santa Cristina deluso dalla mancata promozione, ma consapevole della propria forza

Santa Cristina deluso dalla mancata promozione, ma consapevole della propria forza

8 min. di lettura
0
0

L’unica squadra che non ha festeggiato la promozione in Calabria per il criterio della media punti è il Santa Cristina, che ha chiuso al secondo posto il girone E di seconda categoria. In virtù del regolamento applicato per disciplinare le promozioni ai campionati superiori della stagione 2019/2020, gli aspromontani di mister Epifanio sono stati scavalcati dal Catona, nonostante i tre punti di vantaggio, ma con due gare in più disputate. Con il presidente Giasone Italiano abbiamo voluto trasciare un bilancio delle sensazioni del momento, ma anche di quello che è stato fatto dal Santa Cristina nel campionato andato ormai in archivio.

Il comunicato ufficiale di venerdì, che ha reso noti i verdetti della stagione appena andata in archivio, certifica la mancata promozione del Santa Cristina in prima categoria. La classifica cristallizata vi vedeva in seconda posizione, la media punti vi ha penalizzato e siete scivolati al terzo posto. Cosa pensa la società di questo meccanismo e quanta delusione c’è nell’ambiente?
Dal punto di vista prettamente calcistico siamo delusi e non comprendiamo fino a fondo la decisione. Ma, allo stesso tempo, siamo consapevoli che nella situazione in cui ci troviamo, in cui si trova il calcio dilettantistico e non solo, la ripartenza a settembre non è poi così scontata. Quindi riteniamo che in questo momento creare polemiche attorno alla decisione presa sia una cosa futile. La cosa fondamentale è che questo virus venga sconfitto definitivamente, perché a livello globale siamo ancora in piena emergenza.

Avete disputato un campionato importante da matricola, siete stati davanti a lungo, poi la beffa finale, nonostante i due punti in meno del Polistena ed i tre punti in più del Catona. Come si comporterà il Santa Cristina, quali sono i programmi ed i progetti futuri?
Dopo la rinascita di due anni fa siamo considerati una matricola. Ma non dimentichiamo che S. Cristina vanta una storia calcistica di lunga data. Basti pensare ai 4 campionati di prima categoria consecutivi disputati tra il 2010 e 2014, durante i quali abbiamo affrontato squadre come il Locri, Villese, Siderno. Poi, per una serie di motivi, per 4 anni la squadra non ha preso parte a nessun campionato. Abbiamo deciso di ripartire a Settembre 2018, dalla terza categoria, centrando subito la promozione in seconda, come prefissato. Per quanto riguarda l’ultimo campionato (di seconda) disputato, è vero, siamo stati in testa alla classifica a lungo, ma qualche  episodio di troppo sfavorevole, specialmente in 2 gare casalinghe, ci ha portato a perdere il primo posto in classifica. Sono convinto che avevamo la migliore squadra del torneo, dal punto di vista qualitativo soprattutto. Basti pensare che i primi 2 marcatori nella classifica cannonieri finale sono stati Minasi e De Crea, due ragazzi che fino a qualche anno fa giocavano regolarmente in promozione a Delianuova.
Il S. Cristina ha comunque intenzione di proseguire, a prescindere dalla categoria. Non appena ci saranno novità, faremo una riunione con tutta la dirigenza, col mister e con i ragazzi per pianificare il futuro. Ripeto, spero che la situazione in cui si trova l’Italia e tutto il mondo possa evolvere positivamente così da poter ripartire con la nuova stagione calcistica.

Sottointeso il fatto che si spera possiate essere magari ripescati, voi costruirete la squadra per disputare quale categoria ed a che tipo di stagione andrete incontro?
Siamo stati i vincitori del premio disciplina e, considerando le difficoltà di diverse società ad iscriversi al campionato di prima categoria negli ultimi anni, se sarà nostra intenzione, penso che disputeremo anche noi il campionato di prima categoria assieme al Polistena e al Catona.
La rosa che ci ritrovavamo fino a febbraio penso che ci permetterebbe sia di disputare un altro campionato di vertice in Seconda Categoria, sia di giocarci una salvezza tranquilla in Prima.
Abbiamo avuto un contatto con 2 ragazzi che hanno giocato tra promozione e prima categoria negli ultimi campionati, ma è stata solo una chiacchierata, visto che non si è sicuri di ripartire. Aspettiamo fiduciosi l’evolversi della situazione.

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

La LND Calabria incontra anche le società di Prima Categoria

Si è svolto l’incontro in web conference anche con le società di Prima Categoria all…