Home Calcio a 5 Schiavello della Royal Lamezia:”La salute prima di tutto”

Schiavello della Royal Lamezia:”La salute prima di tutto”

4 min. di lettura
0
0

“La logica direbbe di non rientrare in campo”. Sono queste le prime parole di Francesco Schiavello, allenatore della Royal Team Lamezia, squadra femminile calabrese impegnata nel campionato nazionale di serie A2.

Con il campionato ormai fermo da quasi due mesi è realmente difficile pensare ad una ripresa delle gare con il giusto agonismo. Le ragazze sono ferme da troppo tempo, e malgrado gli allenamenti a casa ci sarebbe la necessità di fare una nuova preparazione e ritrovare i giusti stimoli per affrontare l’ultima parte di stagione. Un altro aspetto fondamentale da considerare è la salute di tutti, staff tecnico, giocatrici e addetti ai lavori. Fin quando non ci sarà un via libera definitivo da parte del Governo non possiamo rischiare, con la salute non si scherza. Per questo, dopo aver ascoltato anche il parere di alcuni colleghi di altre società, il mio augurio è che la stagione 2019/2020 si possa considerare conclusa, sia nel nostro campionato che in tutti gli altri, anche a livello regionale”.

Schiavello continua facendo il punto su tutto il movimento del calcio a 5. “Il futsal sta attraversando un momento difficile, e questa situazione legata al Coronavirus ha dato il colpo di grazia. Già era realmente difficile trovare imprenditori desiderosi di investire in questo sport, adesso c’è il rischio che le piccole società non abbiano i fondi necessari per l’iscrizione del prossimo anno. Per questo auspico una chiusura dei campionati e delle agevolazioni da parte delle leghe per le iscrizioni alla prossima stagione”.

Carica altri articoli
Load More By Domenico Caracciolo
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

La Florentiana si schiera apertamente contro la (eventuale) riapertura del campionato

La Condivisione. Quella volta che il pallone era bucato o addirittura incastrato tra i ram…